sabato 7 settembre 2019

DEMOCRAZIA IN OSTAGGIO

La democrazia costituzionale in Italia ha esaurito la propria spinta propulsiva  ed è crollata sotto l’arroganza di una deriva comunista che, come accade nell’Europa di Prodi, quella delle sinistre, affoga nella prepotenza e nell’inciucio i diritti delle popolazioni.
.
I bambini e le loro famiglie sono diventati il mezzo attraverso cui si palesa l’insaziabile brama di potere e di denaro che caratterizza il DNA del cosiddetto Partito Democratico.
.
Prodi : una delle metastasi che diffonde il cancro marxista in Europa
.
Il PD, alias, partito di Bibbiano, è responsabile di nefandezze epocali che mettono l’odio al primo posto nel modus operandi che lo caratterizza.
.
I bambini sono stati sottoposti a pressanti lavaggi del cervello e a torture fisiche come l’elettroshock, e allontanati a forza dai genitori naturali, per favorire (dietro lauti compensi) altri genitori, affidatari, che usurpavano un ruolo a cui non avevano diritto.
.
Il giro di soldi che faceva muovere il perverso meccanismo di questi satanisti dell’infanzia, questi sinistroidi tipici dell’universo piddino, tutto rivolto alla tutela del loro portafoglio, era enorme, così come lo sono tutti gli intrallazzi a firma PD.
.
Fino a ieri lo scandalo era condannato da tutte le forze politiche, compreso il Movimento 5 stelle, che tuonava contro gli orchi delle sinistre e contro il cosiddetto “sistema Emilia” imposto dal PD nei Comuni rossi, ma oggi anche i pentastellati si sono prostrati al mostro vorace post comunista, elevandolo a loro nuovo socio in affari (sporchi), e divenendo complici a tutti gli effetti delle sue nefandezze.
.

.
Per lungo tempo il PD, colluso con gli scafisti e i trafficanti di esseri umani, ha alimentato il traffico di clandestini che dall’Africa alle coste italiane ha prodotto una migrazione epocale, a tutto ed esclusivo vantaggio economico delle cooperative rosse che avevano in appalto la cosiddetta “accoglienza” e che su ciò lucravano ampi profitti.
.
Tutto ciò ha prodotto anche un aumento delle morti in mare, di cui è responsabile il PD e i personaggi che nel recente passato orbitavano nell’area politica dei suoi gerarchi, come Laura Boldrini, Matteo Renzi, Paolo Gentiloni, e altri, tutti con la benedizione di un Capo dello Stato, tale Mattarella, che altro non è che una creatura partorita dal ventre di un becero post comunismo.
.
Il popolo italiano si è accorto (sulla propria pelle) di questo mercimonio fra malaffare e interessi di partito, fra poltrone e inciucio, fra indagati del PD (a migliaia) e disprezzo per le Leggi, e ha manifestato molto chiaramente la volontà di allontanare il partito di Renzi e Zingaretti dalla scena politica che conta, quella governativa, decretandone il fallimento.
.
Il gotha del PD, però, che è privo di qualsivoglia e pur minimo accenno di dignità e di senso dello Stato, si è ben guardato dal fare una seria analisi sulla volontà popolare e sul proprio operato fallimentare, ma anzi ha iniziato una vera e propria politica di demonizzazione dell’avversario, nonostante questi fosse stato designato dalla maggioranza degli Italiani a rappresentarli.
.
Matteo Salvini è diventato così per Renzi, Zingaretti e tutti gli altri mestieranti della politica del PD, un fascista, un nemico da abbattere senza esclusione di colpi, e poco importa se per raggiungere questo scopo si calpesta la volontà popolare !
.

.
Il Movimento 5 stelle che insieme alla Lega, fino a ieri era nell’occhio del ciclone (PD), oggi ha completamente stravolto le aspettative dei suoi stessi elettori, calpestandone i diritti e stringendo un patto scellerato proprio con l’ex nemico.
.
Ciò che ha reso possibile questa prostituzione intellettuale e che ha fatto da collante nel matrimonio contro natura delle due forze politiche fino a ieri in aperta e feroce contrapposizione, con tanto di epiteti e ingiurie reciproche, è la poltrona, anzi, il timore di poterla perdere e di andare a casa nel caso che si fosse lasciato spazio agli elettori di esprimere la propria volontà popolare.
.
L’ex paninaro Di Maio, auto elevatosi a deus ex machina di un Movimento che sicuramente imploderà proprio a causa sua (e del delirio di onnipotenza di Grillo) si è esibito in uno squallido siparietto che ci ha tragicamente consegnati nelle mani di quell’Europa di Prodi (quella delle sinistre cui sopra accennavo) degnamente rappresentata da Angela Merkel e da Emmanuel Macron.
.
I poteri forti (il capitalismo bancario alleato con il marxismo europeo) hanno immediatamente fatto capire il loro apprezzamento per la svolta a sinistra che Di Maio e Grillo hanno arrogantemente imposto, disprezzando il Popolo italiano e la sua volontà, palesandolo con un immediato calo dello spread, giocattolo con cui i mercati finanziari (dell’Europa di Prodi) ricattano i Governi occidentali.
.

.
Il coito fra PD e 5 stelle è prodromico a futuri rapporti contro natura fra le due componenti,  e resta da vedere quale dei due schieramenti dovrà giocoforza sottostare al ruolo passivo nella invasiva penetrazione l’uno dell’altro, e chi invece diverrà dominante e padrone assoluto, assumendo il ruolo di genitore uno di questa famiglia lgbt di nuova formazione.
.
Gli italiani e la democrazia sono così ostaggio di squallidi personaggi che hanno detto e fatto tutto e il contrario di tutto, hanno sentenziato, proclamato, giurato, salvo poi rimangiarsi ogni cosa, blaterando senza vergogna le loro nuove proposizioni in perfetta antitesi con quelle precedenti da loro stessi decantate, in un crescendo di svilimento e di mancanza di dignità che li rende più simili a lombrichi, a ratti di fogna e a scarafaggi che a uomini di Stato.
.
Questi insetti nocivi per la nostra civile società democratica saranno presto schiacciati dal disprezzo popolare, che farà loro pagare a caro prezzo l’arroganza dimostrata.

Solo allora la democrazia potrà rinascere nel nostro Paese. 
.
.
Dissenso
.

martedì 3 settembre 2019

LA MAFIA del PD


Il PD non è un partito così come si intende normalmente nell’immaginario collettivo, e cioè un insieme di persone che svolgono un’attività politica volta a al miglioramento del Paese e alla salvaguardia del benessere e dei diritti del Cittadino, bensì un sistema di potere, incentrato su una ramificazione di metastasi corporative di persistenti quanto onnipotenti bande politiche, sociali, economiche, artistiche, letterarie e di ogni altro settore in cui il cancro post comunista, oggi mafia, si è ramificato dal dopoguerra ad oggi.
.
Gli idoli attraverso cui la manipolazione degli indottrinatori marxisti si è espressa interpretano, o lo hanno fatto, ruoli di primo piano nelle più disparate categorie sociali.
.
Un esempio ? Pier Paolo Pasolini, elevato a rango di nobile e fine intellettuale, celebrato ciclicamente e osannato come esempio da seguire, in realtà era uno schifoso quanto acclarato pedofilo, che aveva il vizietto di ingoiare lo sperma dei ragazzini con cui si appartava per consumare squallidi rapporti orali.
.
Nicola Chiaromonte, fine penna fuori dal coro omogeneizzato delle sinistre, autore insieme a Ignazio Silone della rivista  “Tempo Presente”, lo definiva come “un pedagogo petulante ed equivoco, un catto-marxista tutto bandiere rosse e rigurgiti parrocchiali”.
.
Pablo Picasso, altro personaggio dell’abominio culturale sinistroide, proclamava la sua devozione al dittatore georgiano Iosif Stalin offrendosi di riprodurne l’immagine in un suo quadro, pur sapendo che nel frattempo milioni e milioni di persone venivano fagocitate e massacrate dalla furia e dall’odio comunista, che riempiva con essi i gelidi gulag della siberia.
.
L’umanità sofferente, schiava dell’odio comunista, non era motivo di alcun tipo di riflessione nemmeno per un altro personaggio cui le sinistre hanno sempre guardato con ammirazione e cioè Renato Guttuso il quale, anzi, celebrò la morte del criminale comunista Palmiro Togliatti dedicandogli un dipinto di grandi dimensioni intitolato :  “ i funerali di Togliatti”.
.
Quello che interessa al PD non è di certo il benessere della popolazione o la divulgazione di principi sociali basati sull’etica, sull’onestà, sulla coerenza, sul reciproco rispetto e sulla convivenza civile, attraverso cui instaurare un percorso di civiltà, ma solamente un continuo e assillante consolidamento delle proprie posizioni socio-economiche-politiche di partito (e del gotha che lo rappresenta).
.
La quotidianità ci riserva platealmente un indecoroso spettacolo in cui possiamo assistere al mercimonio della dignità individuale dei singoli appartenenti al PD che, cresciuti in scuole politiche in cui Matteo Renzi svolge il ruolo di ideologo, svendono e prostituiscono la propria integrità morale in cambio di una poltrona.
.
La lotta intestina al PD è feroce e senza esclusione di colpi e si trascina fin dai tempi in cui il PCI, progenitore del cancro post comunista, mandava a morte tutti coloro che non osservavano esattamente i dictat dell’ortodossia di riferimento imposta da Iosif Stalin attraverso il suo fedele servitore Palmiro Togliatti.
.
Le diverse correnti del dopoguerra, come il Trotzkismo o il Bordighismo, corrispondono alle differenti interpretazioni delle forme di potere odierne che i capetti di turno impongono oggi alla base del partito.
.
Bersaniani, Dalemiani, Renziani, Zingarettiani, manifestano un reciproco  odio cordiale che caratterizza l’essenza stessa del PD, fatto di persone, appunto, che ricercano il potere e null’altro.
.
Attraverso il potere questi personaggi interferiscono nella vita pubblica a spese dei Cittadini, manipolando ogni aspetto della nostra civile Italia.
.

.
E’ in questo modo che è nato il Mostro di Bibbiano, quel “sistema Emilia” che propagandava il PD tentando anzi di esportarne il modello.
.
Poco importava ai gerarchi post comunisti se a pagare il conto, in termini di dolore, di terrore e di orrore fossero i bambini e le famiglie cui questi venivano strappati.
. 
Quello che importava era alimentare il perverso gioco di potere, il dominio assoluto sulla popolazione e sulla società intera, magistratura compresa, falsando i documenti, torturando non solo psicologicamente le giovani vittime di questo sistema,  lucrando a favore di uno sfrenato clientelismo, arrogantemente e scientemente, in modo assolutamente criminale.
.
Tutto questo è PD ! Lo stesso partito con cui il Movimento 5 stelle vuole governare il Paese, pur consapevole di tutto ciò.
.
Il denaro è la molla che aziona il motore della macchina piddina, e questo assioma è ampiamente dimostrato dalle migliaia di procedimenti penali che le procure di tutta Italia hanno avviato nei confronti di altrettanti politici del Partito di Zingaretti.
.
Loro però continuano imperterriti ad alimentare il ciclo perverso della speculazione, a partire da quella che tutti conosciamo della Banca Etruria, oppure quella della MontePaschi Siena, in cui il CDA a firma PD ha messo sul lastrico migliaia di risparmiatori, truffandoli.
.
Questa corsa che preclude ad un insaziabile voracità, si è ben estrinsecata anche  nella evidente collusione  con i trafficanti di esseri umani, di cui Luca Casarini, vecchia conoscenza del panorama estremista comunista, è attivo e ignobile partecipante.
.
Le cosiddette ONG, in realtà trafficanti di morte specializzati nella speculazione sulla vita di migranti africani, sono in stretto contatto con i politici delle sinistre, i quali non perdono occasione di mostrarsi in occasione di sbarchi esibendosi in squallide quanto arroganti passerelle.
.
Lo scopo è quello di lucrare sulla pelle dei migranti attraverso il ricorso alle coop rosse, vera e propria spina nel fianco di una italica democrazia ammalata a sempre più debole.
.
Ribadisco nuovamente che tutto questo è PD ! Lo stesso partito con cui il Movimento 5 stelle vuole governare il Paese, pur consapevole di tutto ciò.
.
Perché sia ancora più evidente la loro strafottente arroganza i politicanti del PD, veri mestieranti della politica, appartenenti ad una Casta di intoccabili che i 5 stelle volevano combattere e con cui si sono invece alleati, dicono tutto e il contrario di tutto, sproloquiando senza remore e senza una pur minima parvenza di dignità.
.
La definizione di Democrazia deriva etimologicamente dalla sincrasia delle due parole greco démos (popolo) e kràtos (potere), il cui significato ultimo è quello di sovranità esercitata dal popolo.
.

.
Il popolo è dunque l’organismo pulsante, democratico, attraverso cui vivono e prosperano tutte le società civili, non solo occidentali, ma pare che questo concetto sia inviso ai rappresentanti politici sia del PD che dei 5 stelle che tentano in tutti i modi di sfuggire al giudizio elettorale.
.
I valori morali che dovrebbero contraddistinguere il livello di civiltà della nostra società appaiono infatti completamente assenti nell’universo sinistroide che è sempre pronto a prostituirsi e a compiere atti contro natura come quelli che tanto piacevano a Pasolini.
.
Chissà se la fellatio politica tra PD e M5S pubblicamente annunciata vedrà la partecipazione di altre star dell’universo pornografico, come in un passato non troppo lontano, quando la pornostar "Cicciolina" divenne onorevole del Parlamento italiano, nelle file del Partito Radicale.
.
Il Governo contro natura vedrà la partecipazione anche di Rocco Siffredi ?
.
Dal PD, da Zingaretti, da Conte e da Di Maio, prostitute della politica, ci si può aspettare anche questo…
.
.
Dissenso
.

giovedì 29 agosto 2019

Metamorfosi


METAMORFOSI
.
Dal Governo del cambiamento al cambiamento del Movimento, ovvero il tradimento dell’elettorato.
.
La linea politica che escludeva in maniera netta qualsiasi intesa con il Partito democratico, sostenuta dalla elite dei pentastellati, si è trasformata in una clamorosa retromarcia con la quale Beppe Grillo, che tra l’altro è da sempre un sostenitore delle ideologie della sinistra, ha voluto evitare la sentenza di morte emessa dal Popolo italiano in caso di ricorso alle urne.
.
Si è così consumato un matrimonio contro natura, in cui gli attori protagonisti, privi dei più elementari princìpi di moralità e di dignità che dovrebbero comporre la scala di valori della nostra civile società, si scambiano felici e consenzienti coiti e penetrazioni che nemmeno il più scafato personaggio del mondo lgbt potrebbe avere l’ardire di compiere.
.

.
La NUOVA CASTA che da oggi affliggerà il Popolo italiano ha dimostrato di DISPREZZARE la volontà dei Cittadini, e di tenere in considerazione sopra ogni altra cosa la tanto agognata POLTRONA, svendendo la loro supposta dignità e la coerenza, dando vita ad uno squallido mercimonio in cui l’intero apparato pentastellato si è prostituito alla sinistra.
.
Gli elettori dei “5 stalle”, a cui è sempre stata propagandata una “democrazia dal basso” come elemento fondante del Movimento, sono ora consapevoli che le parole di Grillo e Casaleggio erano, e sono in realtà, una imposizione dall’alto attraverso la “Piattaforma Rousseau” dei dictat del gotha grillino.
.
Il POPOLO ha già sentenziato l’allontanamento del PD dalla guida del Paese, ma il comportamento oltraggioso dei pentastellati ne ripropone ora spavaldamente il rientro, pur consapevoli dei danni che in precedenza questi avevano causato all’Italia.
.
L’Europa delle sinistre, quella di Prodi e delle Banche per intenderci, nel frattempo gongola, stupita ma contenta dell’asservimento del cosiddetto “Partito del cambiamento” alle sinistre, che avvalla con il nuovo Governo contro natura l’operato della vecchia e devastante politica globalista.
.
I poteri forti contro cui Grillo aveva sempre tuonato (ora finalmente si scopre che era tutto finto !) ora sono liberi di proseguire un percorso con il quale prima hanno ridotto sul lastrico la Grecia, e che ora ci vede come il prossimo bersaglio di Angela Merkel e di Macron.
.

.
Tutto ciò, comunque, è prodromico alla SCOMPARSA sia del PD che dei “5 stalle”, che saranno severamente puniti dall’elettorato italiano, il quale NON dimenticherà di essere stato privato del suo DIRITTO AL VOTO per esplicita volontà sia dei grillini che di ciò che rimane dei post comunisti, con la orrenda e vergognosa complicità di un Presidente che NON ci rappresenta.
.
E’ oggi più che mai doveroso tenere gli occhi aperti perché la NUOVA CASTA tenterà ora di insabbiare gli scandali in cui il PD è coinvolto, come quello di Bibbiano !
.
Le nostre città si riempiranno di clandestini, e il traffico di esseri umani tornerà a costituire un lucroso affare per le cooperative rosse.
.
Gli zingari continueranno a spadroneggiare e a produrre degrado, costruendo nuove baraccopoli sostenuti dai violenti dei centri sociali, da sempre beniamini delle sinistre.
.
Lo "ius soli" e altre devastanti manifestazioni di disprezzo verso il POPOLO italiano costituiranno l’ossatura delle politiche della NUOVA CASTA fino alle prossime elezioni.
.
La Democrazia è ostaggio di una banda di poltronari che se ne infischiano della volontà popolare e scherniscono con arroganza coloro che invece rappresentano esattamente il bene della Nazione e cioè Matteo Salvini e i leghisti.
.
Personaggi come Renzi, Boldrini, Boschi, Del Rio, piuttosto che Di Maio, Fico, Toninelli, sono le prostitute della politica italiana e il loro mercimonio rappresenta una delle pagine più buie della Repubblica Italiana.
.
La Storia consegnerà i loro nomi e il loro operato ai posteri, definendoli con i giusti sostantivi che li caratterizzano :
.
squallidi poltronari e cialtroni !
.
.
Dissenso
.

GOLPE BIANCO

.
GOLPE BIANCO
.
NASCE UNA NUOVA CASTA !
.
Nel nostro Paese siamo oggi in piena emergenza democratica poiché l’Italia è sotto il giogo di forze politiche che disprezzando la volontà popolare, con la complicità del Capo dello Stato, rifiutano il ricorso alle urne per fagocitare le poltrone a cui sono attaccate e a cui non vogliono rinunciare.
.
La democrazia, metro attraverso cui si misura il grado di civiltà di una Nazione, è oltraggiata da questi personaggi che antepongono i loro interessi sia personali che di partito al volere popolare.
.
Per molti di loro il popolo ha già decretato un netto rifiuto, ma costoro, privi della necessaria dignità e forti di una arroganza tipica dell’universo sinistroide si arrogano il diritto di continuare a parassitare il Parlamento italiano e la società civile.
.
PD e M5S hanno costruito una alleanza contro natura, priva di qualsiasi punto di convergenza ideologica, ma sufficiente a garantire loro le rispettive poltrone.
.
.
Le uniche cose che uniscono i due schieramenti sono l’inciucio organizzato sulla pelle degli italiani e la falsità che li caratterizza, visto che fino a ieri si insultavano pesantemente e reciprocamente, oltre alla incoerenza che hanno dimostrato e, non ultima la capacità di ingannare gli elettori, promettendo una cosa e facendo poi l’esatto contrario.
.
La bassezza morale che accomuna questi mestieranti della politica, a partire da Renzi per finire a Di Maio, passando per Casini piuttosto che per Fico, ci danno l’esatta misura del grado di inaffidabilità e di meschinità che li identifica.
.
Il Parlamento è ostaggio della NUOVA CASTA, arricchita dalla new entry dei pentastellati, che fino a ieri tuonavano proprio contro di essa !
.
I mestieranti della politica appartenenti allo schieramento delle sinistre alleate con i 5 stelle sono responsabili delle ore più buie della Storia della Repubblica, avendo compromesso l’esistenza della Democrazia popolare, oltraggiata e vilipesa, complice un Mattarella asservito alle sinistre.
.
Tutta questa accozzaglia di sinistroidi e di pseudo tali ha fino ad oggi prodotto dei danni, parzialmente sanati dalle politiche di Salvini, e ora vorrebbero arrogantemente continuare a produrne, come il progetto di apertura dei porti, l che condurrebbe a nuovi flussi epocali di clandestini.
.
Il partito di Bibbiano, ora alleato con quel Movimento 5 stelle che fino a ieri dichiarava il suo disgusto per lo scandalo degli affidi illegali, è palesemente in combutta con scafisti e ONG che trafficano in esseri umani, e fa di tutto per alimentare una immigrazione che potrebbe ridare alle coop rosse motivo di lucro e di guadagno.
.
I bambini e gli esseri umani, compresi quelli che perdono la vita nel tentativo di attraversare il tratto di mare che ci divide dalle coste africane, rappresentano per il PD solo un mezzo attraverso cui lucrare ed esprimere un delirio di onnipotenza che appartiene alle devastanti politiche della sinistra, ed ora, evidentemente, anche ai suoi nuovi alleati.
.
I roboanti proclami dei 5 stelle che incessantemente dichiaravano che mai e poi mai avrebbero potuto governare con il PD, sono la cartina di tornasole degli stessi proclami che Zingaretti e la sua schiera di enfatici propositori post comunisti si affannavano ad enunciare, nel loro quotidiano  e manifesto disprezzo per i pentastellati.
.
.
Ma la poltrona (e non gli interessi degli italiani) è un potente sedativo che cura i mali e le ferite provocate dai combattimenti all’arma bianca dei rispettivi schieramenti politici, ed ha il pregio di indurre improvvisi quanto inappropriati innamoramenti, prodromici a coiti e a penetrazioni reciproche anche contro natura.
.
Il popolo italiano però, non è per la maggior parte composto da quella accozzaglia di asessuati che tanto piacciono alle sinistre e che auspicano una società lgbt composta da genitori 1 e 2, in cui le aule scolastiche sono spogliate dai crocefissi, e i cui le città sono piene di spacciatori extracomunitari o di stupratori fatti venire qua sui barconi o trasportati comodamente dalle ONG che piacciono tanto al PD.
.
No, la società italiana è composta da gente seria, che lavora, e da famiglie che faticano ad arrivare a fine mese a causa delle politiche vessatorie che la sinistra ha imposto con i suoi governi tecnici, complice Equitalia, e con i balzelli che l’Europa di Prodi ci ha imposto.
.
Dio, la famiglia, la casa, il lavoro, la Patria.
.
Questi sono in veri valori in cui l’Italiano si identifica, e indicano perchè il consenso popolare si allarghi a macchia d’olio verso la Lega e verso il suo leader Matteo Salvini.
.
I post-comunisti hanno fallito, rimanendo a galla solamente perché artefici di una mistificazione e di una disinformazione grazie a cui sono stati in grado di manipolare le masse popolari, finchè Salvini non ha loro aperto gli occhi.
.
Il legame del PD con i fantasmi del passato, come Togliatti, “bella ciao” le atrocità partigiane, l’inciucio e la corruzione, il tradimento, i soldi di Mosca al PCI, rappresentano veri e propri scheletri nell’armadio di cui è difficile disfarsi e che il Partito di Zingaretti continua a tenere nascosti, manifestando così il disprezzo verso le vittime del comunismo.
.
.
Lo fanno ancora oggi i vari personaggi come Renzi, Zingaretti, Boldrini, Fiano, Martina, quotidianamente, senza chiedere scusa, permettendo anzi che esistano nella civile Italia delle Vie e delle Piazze intitolate a criminali comunisti come Lenin, Tito, Longo, Togliatti, Stalin, e osannandoli come esempi da seguire.
.
Tutto ciò senza perdere di vista il loro obiettivo fondamentale che consiste nello spartirsi le poltrone, unico vero interesse conclamato che prescinde da qualsiasi considerazione che tenga conto degli interessi nazionali, ma che anzi propende senza se e senza ma verso un clientelismo consolidato in decenni di malaffare, verso la pratica dell’inciucio, della collusione, della corruzione, dell’appropriazione indebita.
.
Il Movimento 5 stelle si è proposto, fin dai suoi esordi nella società civile, come alternativa al vecchio mondo della politica, intriso di complicità con l’universo degli intrallazzi, coltivato diligentemente dal gotha degli schieramenti politici, PD in testa, condannando senza appello chiunque incappasse nelle maglie della Giustizia.
.
Oggi invece Grillo e Casaleggio hanno ordinato ai loro sudditi (perché è di questo che si tratta) di associarsi proprio con il partito che più di ogni altro ha espresso un numero enorme di indagati e di condannati dalla Magistratura, entrando così a pieno titolo in quell’universo malsano e paludoso che il Movimento 5 stelle aveva sempre dichiarato di voler combattere.
.
La Casta oggi si è arricchita di un nuovo componente : il Movimento 5 stelle !
.
La metamorfosi dei pentastellati ha avuto luogo ed ha completato la sua catarsi, involvendo in una rinascita in cui i protagonisti, anziché essere purificati risultano gravemente contaminati nell’essenza e nei modi.
.
Un cambio, quindi, non solo di pelle,  dei camaleontici 5 stelle, ma una radicale e intensa variazione interiore di personalità, in una sorta di sdoppiamento schizofrenico del proprio essere e della propria anima.
.
L’elettorato, i cui princìpi sono legati alla concezione di un attivismo anti-casta che trova le sue origini fin dalla nascita del Movimento partorito dal comico genovese, è oggi vittima di un inganno, di un paradosso che sembra scaturito da una commedia di Bernard Shaw.
.

.
Purtroppo non siamo in presenza di una rappresentazione del “teatro dell’assurdo” ma di uno spaccato di vita reale, in cui i Cittadini, anziché interpretare il ruolo di perno centrale della democrazia, sono ignorati e vilipesi, e il loro ruolo svilito a quello di semplici e impotenti spettatori.
.

.
Colui che ha permesso di calare il sipario sulle ambigue strategie che hanno reso possibile che ciò avvenisse, e cioè il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dovrebbe essere sottoposto a procedimento di “impeachment” per tradimento del Popolo italiano.
.
Paradossalmente erano stati proprio i pentastellati del M5S che nel Maggio 2018 avevano ventilato, per bocca di Di Maio, l’ipotesi di mettere in stato di accusa proprio quel Mattarella che ora è artefice del più grosso inciucio che la Storia della Repubblica ricordi.
.
Nel frattempo assistiamo all’agonia della nostra democrazia, ostaggio di una casta di cui, a pieno titolo, ora fa parte anche il Movimento di Beppe Grillo, responsabile di avere consegnato la Nazione in mano alle sinistre.
.

.
L’artiglio adunco delle sinistre si allunga oggi grazie ai pentastellati, per ghermire la democrazia in Italia e per svilirne la dignità, in nome di un retaggio pseudo culturale che trae le sue origini dalle origini di quel PCI guidato da l criminale comunista Palmiro Togliatti.


Non a caso, ciclicamente i personaggi delle sinistre come Laura Boldrini o Fiano, piuttosto che Del Rio o Zingaretti, si esibiscono in pietosi siparietti nei quali intonano canzoncine come “bella ciao”..

Il Popolo sovrano punirà questi mestieranti della politica, parassiti della società democratica, e si libererà di loro senza concedere l’onore delle armi, di cui non sarebbero degni.
.
Il declino del PD ora compirà lo stesso percorso insieme ai 5 stalle : oggi sono al Governo del Paese senza l’approvazione del POPOLO, e domani invece lungo la china discendente che li vedrà scomparire nel nulla, per tornare nelle fogne da cui provengono.
.
Il Popolo NON perdona !
.
.
Dissenso
.

giovedì 22 agosto 2019

Ma io tifo per Salvini


Voglio presentare un articolo scritto da Vittorio Sgarbi e pubblicato sulle pagine di “il Giornale.it” il 20 Agosto 2019.
.
Sgarbi, come sempre, centra il punto della situazione, senza lasciarsi condizionare dalla vulgata espressa dalla omogeneità di pseudo intellettuali delle sinistre che sembrano aver fagocitato l'universo dello scibile politico.
.
La sua analisi è coerente e basata sul riscontro dell'effettiva realtà cui hanno potuto assistere gli Italiani ; da un lato la sincerità di un leader, Salvini, che pone gli interessi della popolazione come fulcro del suo incedere politico e delle sue attività propositive, e dall'altro un vergognoso inciucio di Palazzo, attuato dai 5 stalle e dal PD nel tentativo di rimanere incollati alla poltrona.
.

.
Ecco quindi, di seguito, il suo scritto :
.
Ma io tifo per Salvini : non si poteva andare avanti così.
.
Elogio di Salvini.
Sì, proprio elogio, come nella tradizione celebrativa ottocentesca.
Incondizionato.
.
Stando all’estero, nell’italianissima Eritrea, senza internet, mi arrivavano segnali discontinui sull’andamento della crisi.
Tutti perplessi e confusi, ma concordi su una cosa : Salvini ha sbagliato la mossa e scelto i tempi sbagliati.
Interpretazione attribuita anche a voci non antagoniste come Giorgetti o i giornali di destra.
Azzardo intempestivo e al buio : non un governo, ma una crisi balneare.
.
La controffensiva è aperta dalla vomitevole demagogia di Di Maio (“non si dimette perché fa comodo avere l’auto blu e i voli di Stato mentre si fa campagna elettorale nelle spiagge”); e poi Pietro Grasso, il redivivo Rotondi, fino a Renzi che vuole uccidere il PD per aiutare a sopravvivere i disperati dei Cinque stelle.
E poi ancora i big grillini riuniti da Grillo che lo dichiarano “inaffidabile”, Cangini di Forza Italia che lo accusa di “fallimento”, la ministra Trenta, perfino Casini.
.
Non sono da meno i quotidiani.
Il Fatto Quotidiano definisce Salvini “il mendicante”, vede una Lega a pezzi e propone un sondaggio con tre elettori su quattro che vogliono naturalmente al governo M5S e centrosinistra.
Non si sottrae il Corriere : “Salvini cerca una via d’uscita”.
Insomma abbiamo letto di tutto, abbiamo visto che l’incertezza di politici e commentatori si è scaricata su Salvini mostrandolo pentito e confuso.
Doveva farlo prima.
No doveva farlo.
Ha perso tutto.
E’ finito.
Oggi la tenera Alessia Morani saluta : “Quando esci dal Ministero, mi raccomando, chiudi la porta e spegni la luce. Bacioni.”
.
Non mi sono mai divertito tanto.
Tutti i bambini piccoli che sono entrati ora in Parlamento e anche le vecchie volpi come Prodi, Bersani, Minniti e persino Feltri appaiono sconcertati e increduli per un gesto semplice (e universalmente condivisibile) : dopo molta pazienza, Salvini ha capito che “con i Cinque stelle non si può governare”.
Provate per credere.
Equivale al giudizio sul fascismo che Giancarlo Fusco, grande e dimenticato scrittore, attribuisce a D’Annunzio, il quale accompagnava in silenzio i suoi ospiti selezionati verso uno dei bagni sontuosi del Vittoriale, e, indicando il water, esclamava :
“Con la merda non si fabbrica.”
E su quello tutti convenivano, prima che Salvini, con onestà e risolutezza, lo dicesse, traendone le conseguenze.
O era meglio litigare, annaspare nell’inconcludenza e fare finta di niente non facendo niente ?
.
Nelle chat leghiste mai tanta incertezza dopo la decisione inevitabile e senza compromessi.
Sono le menti deboli e opportuniste, per cui la politica vuol dire calcolo.
Salvini si è rivelato coraggioso e non opportunista.
Mai visto prima.
Gli italiani liberi hanno trovato un leader come loro, che dice e fa cose semplici, e che creando panico ha vinto in ogni caso : o riduce gli alleati all’obbedienza alle sue condizioni, o li costringe al suicidio futuro, con accordi disperati contronatura con Renzi.
Con l’alleanza PD-M5S avremmo due minoranze gonfiate per fare una maggioranza irreale, contro il bene e la volontà dell’Italia.
Ci penserà poi il popolo, quando si voterà, scegliendo Salvini, ad annullare i due opportunisti : già conosciuti, già bocciati.
I Cinque stelle hanno vinto all’opposizione e perso stando al governo : vogliono perdere ancora ?
Con il Pd ?
Vogliono sparire e continuare a morire ?
Cupio dissolvi.
.
Dunque Renzi, il più astuto, pensa di sostenere un governo con i 5 Stelle, magari non votando la sfiducia a Conte.
Vuole il Pd di Zingaretti marginale e subalterno ai Cinque stelle solo per ostacolare Salvini che, dalla coerenza, trarrà invece il maggior vantaggio politico.
Renzi dimentica che la rappresentanza parlamentare dei Cinque Stelle è drogata, rispetto al peso reale, democraticamente accertato con le Europee.
La realtà è che né ai 5 Stelle, né a Renzi il voto conviene, ma (ed è questo il paradosso) più lo rimandano e peggio sarà per loro.
.
Salvini domina con la linearità della sua posizione.
Basta leggere i diversi linguaggi delle lettere scambiate con Conte : il premier sembra un politico consumato allineato con l’Europa ;  Salvini un soldato che crede nella battaglia.
Conte cerca di essere elegante e imparziale, Salvini è brutale.
Il non politico fa il politico, il politico fa l’impolitico.
Uno vuole piacere, l’altro piace.
E’ qui la sua forza, mai dominata dalla furbizia.
E’ la logica di “uno contro tutti”, dove il primo si fortifica nella contrapposizione con gli altri, che insieme non sono niente.
Un vincente contro tutti i perdenti.
Per questo, comunque finisca, Salvini vincerà.
Non ha fatto calcoli, ha chiesto di votare subito.
Ha sbagliato ?
Pagherà.
Lasciate giudicare al popolo.
.
Semplicemente : Salvini ha rotto perché doveva rompere.
Al momento giusto.
Al Senato, il suo discorso – l’unico vero – infiammerà l’Italia.
Lo invidio.
Vorrei essere al suo posto.
E’ l’ora del coraggio, no del compromesso.
Si vince soltanto rischiando di perdere tutto.
.
Vittorio Sgarbi
.
.
Dissenso
.

Post più popolari

Amici del blog