martedì 22 luglio 2014

BUDRIO - Eccidio Viazza

.
Dal libro di Pansa, “Il sangue dei vinti”, ho estrapolato alcune interessanti informazioni inerenti ai rapporti della Prefettura di Bologna datati 4 luglio 1948, sulle persone soppresse o prelevate dopo la liberazione.
.
Si legge di cadaveri ritrovati in varie località, tra cui cinque a Sala Bolognese, il 26 aprile, in località Padulle, e tre ancora a Sala Bolognese, il 1° maggio, in località Cappellina.
.
L’elenco prosegue con tre persone soppresse, di cui due a Monteveglio il 5 maggio, e una a Crevalcore il 14 maggio.
.
Dai rapporti della Legione territoriale dei Carabinieri reali di Bologna di Aprile e Maggio del 1945 si legge di quattro persone, cercate casa per casa, prelevati, e ritrovati uccisi in località Viazza di Budrio.
.
Nel rapporto dei Carabinieri si legge che “trattasi di un negoziante, un esercente, un albergatore, un operaio, tutti di mezza età, e il più anziano di 67 anni”.
.
Come si sa, la disinformazione operata dai comunisti nel dopoguerra ha poi steso un velo di silenzio e di omertà su queste vicende delittuose, rendendo difficile indagare alla ricerca della verità.
.
Le vittime dell’eccidio denominato “Viazza”, dal nome della località in cui furono ritrovati i corpi martoriati, furono :
.
Dalla Marino di anni 45, di Luigi e Brogli Elisa. Esercente.
.
Giuliani Luigi, nato il 3 marzo 1898 a Budrio. Agricoltore.
.
Lodi Ferruccio di anni 53, di Augusto e Canotti Ersilia. Albergatore.
.
Monari Giordano Bruno nato il 25 agosto 1888 a Budrio, di Demetrio e Balena Assunta. Barbiere.
.
.
Dissenso
.

Post più popolari

Amici del blog