sabato 14 novembre 2015

I VIGLIACCHI DI ISIS

.
Ancora una volta ISIS ha mostrato il suo volto, che corrisponde perfettamente a quello di un vorace mostro che si nutre del sangue di vittime innocenti.
 .
Il suo intimo essere è intriso di vigliaccheria e di orrore, oltre che di farneticazioni assurde tanto quanto la dottrina che professa in nome di un Dio che tale non è.
 .
Quale Essere Supremo infatti potrebbe ammettere e giustificare tanto odio e tanta violenza ?
 .
Tutte le religioni, in sostanza,  predicano amore, pace, e fratellanza universali, ma pare che le interpretazioni date invece da questa accozzaglia di umanoidi vigliacchi e brutali del Corano, siano rivolte esclusivamente ad annientare, a distruggere, a stuprare, a uccidere, con cieca violenza e nella più totale VIGLIACCHERIA.
 .
Costoro infatti, si guardano bene dall’affrontare uomini parimenti armati e in grado di confrontarsi militarmente con loro, ma preferiscono accanirsi contro civili inermi, compreso donne e bambini, sfogando contro di loro i più bassi istinti bestiali che nemmeno gli animali più feroci dimostrano di avere.
 .
Il sadismo espresso da questi porci pseudo musulmani arriva a decapitare le persone, a mutilarle, a torturarle e a crocifiggerle.
 .
VIGLIACCHI è l’epiteto che più si addice ai maiali di ISIS, indegni di far parte del genere umano, e meritevoli solo di essere schiacciati come insetti o serpenti velenosi.
 .
Se è vero che i musulmani considerano immondo il maiale, credendo che questo animale possa contaminarli spiritualmente, sicuramente ISIS con i suoi misfatti eleva la razza suina al di sopra della loro dignità umana, sicuramente inferiore a quella del porco.
 .

Se è vero che le colpe dei padri ricadono sui figli, mi chiedo quali  genitori abbiano generato simili mostruosità sub umane, sinonimi di bieco furore distruttivo, e di odio generalizzato.
 .
Mi chiedo in quale recondito recesso mentale si sia annidato il seme di un odio tanto vorace quanto stupido e sterile, tale da condurre gli stessi interpreti in un delirio spesso suicida.
 .

Di certo l’intelletto non è una prerogativa che appartiene a costoro, affratellati in orde di fanatici criminali che trovano  nello stupro e nella tortura un modus operandi comune.
.
Lo stato islamico NON esiste.
 .
La parodia di auto-affermazione espressa da ISIS corrisponde solo a raggruppamenti criminali finanziati dai movimenti anti ebraici che da sempre sono stati osannati dalle sinistre internazionali, quali Hamas, Olp, e gli Stati canaglia come l’Iran e l'Arabia Saudita.

Lo scopo è quello da sempre dichiarato di distruggere Israele, metamorfizzato poi in un odio generalizzatosi verso l’Occidente.

Purtroppo per decenni gli intellettualoidi delle sinistre si sono sperticati in plausi a favore dell’intifada e di coloro che propugnavano apertamente un palese antisemitismo,  rendendosi correi e prodromici alla nascita dell’estremismo islamico !

Come aveva ragione Oriana Fallaci !


Tutti i fautori della cosiddetta “accoglienza”,  nella civile Europa, si sono scapicollati a togliere i crocefissi dalle aule, e a non celebrare il Natale nelle scuole, per non urtare la suscettibilità degli islamici che avevano accolto.
 .
Il risultato è stato che orde di marocchini, tunisini, algerini, e chi più ne ha più ne metta, hanno pensato bene di invaderci, allo scopo di godere di privilegi che nemmeno i nativi italiani possono godere.
.
Hanno corroso lentamente la nostra civiltà, dedicandosi spesso ad attività illegali, salvo poi inchinarsi ad orari prestabiliti verso la Mecca e profondersi in preghiere dal sapore contestualmente liberatorio, teso alla condanna dei costumi occidentali che  rendevano giustificabile la loro quotidianità.
 .
Non paghi del loro odio concettuale verso l’occidente e nonostante il fatto che siano comunque venuti a vivere a casa nostra, hanno dimostrato con l’arroganza e la violenza che non esiste la pur minima volontà di integrarsi nella società in cui hanno scelto di emigrare, ma anzi che la vogliono distruggere dalle fondamenta.
 .

Siamo quindi in GUERRA…per difendere noi stessi e i nostri figli da questi criminali assetati di odio.
 .
Guerra, fino a che non avremo ricacciato questi MAIALI nel porcile da cui provengono.
 .
E’ necessario che gli Stati Europei rivedano le politiche di accoglienza fin qui adottate, e che siano usati tutti i mezzi, anche straordinari, per tenere lontani da noi i fautori del fanatismo islamico.
.
La chiusura delle moschee dovrebbe essere il primo passo, così come l’allontanamento dall’Italia di tutti quei cosiddetti “Imam” in odore di terrorismo.
.

Ripristiniamo le nostre tradizioni scolastiche, come la celebrazione del Natale, e l’esposizione del crocefisso nelle aule didattiche, e prendiamo a calci nel culo tutti i sinistroidi che straparlano di accoglienza.
 .
E’ colpa loro se siamo arrivati a questo punto.
 .
E’ colpa della loro stupidità e della loro malafede.
 .
Come sempre, l’infausta  “mano” delle sinistre è stata ed è sempre più deleteria nella vita politica dei Paesi in cui essa è presente, a qualsiasi livello societario.
 .
E’ ora di dire basta ai Palestinesi, a Teheran, e a tutte le sinistre che hanno permesso che si arrivasse a questo punto.
 .
E’ in gioco la vita stessa dell’Occidente e del futuro dei nostri figli.
 .
.
Dissenso
.

10 commenti:

  1. Confesso che avevo creduto fino a qualche tempo fa che Samizdat fosse "quasi neutrale",L;'affermazione categorica che "lo stato Islamico" non esiste mi disillude. D'accordo: tutti gli stati, di solito, hanno un popolo, un territorio e una capitale. Anche la "Mafia" dicono che non esiste, però non pretende ufficialmente di essere uno Stato, se mai è "uno stato nello stato", o meglio"uno stato sopra lo stato. Quindi, sovrapponendosi, paradossalmente ad uno stato, un territorio ce l'ha. La capitale pare essere Palermo, visitata persino dalla Regina del'U.K. nel '92. In ogni modo l'ISIS un capo ce l'ha: sua coranicità il Kaliffo abu Backr Al Bagdadi, alias Shimon Eliott.

    RispondiElimina
  2. Non mi sentirei di sostenere che l'ISIS è antisionista o, quatto meno, avverso a Israele. Finora l'ISIS si è astenuto rigorosamente di condurre operazioni militari anti israeliane, tanto più che il Kaliffo è di origini ebraiche.

    RispondiElimina
  3. Una notizia riportata da Stampa Libera informa che i 28 ottobre u.s.che sarebbe caduto prigioniero in Iraq un Ufficiale Israeliano che si occupava di istruire reparti dell 'ISIs (colonello Yusi Oulen Shahak, codice militare Re34356578765az2311434).

    RispondiElimina
  4. Questa mattina ho letto in un sito/blog un signore che affermava " …adesso mi sento più italiano …." il che implicitamente vuol dire che dopo i fatti di Parigi si è raffermato il suo senso di identità nazional-etnico-culturale, e pure implicitamente il suo atteggiamento avverso a ideologie- religioni etnie aliene. E a quali se non all'Islam?
    Questo era il fine criptico della tragica notte di Parigi nella quale il Golem islamico, tramite un'organizzazione di fanatici creata ad hoc quale è l'ISIS di cui ormai si sa bene quali ne siano gli sponsor,ha scatenato la sua violenza contro l'Occidente che di fronte a tanto sanguinoso affronto non aveva altro modo di reagire che diventando sempre più ostile vesso l'Islam in generale. A vantaggio di chi?

    RispondiElimina
  5. Sintomatica la risposta di Obama ai fatti di Parigi: "Assad most go".
    Colpa di Assad anche la notte di Parigi, dunque.
    Andiamo bene!

    RispondiElimina
  6. Probabilmente chi ha stilato l'articolo, da un certo punto di vista ha detto il vero: non è l'ISIS di per sé antisionismo, bensì tutto l'islam in generale che, nella visione totalitaria del potere su questa terra, potrebbe interferire con il N.W.O. il quale sembra conformarsi meglio all'ideale Sionista che non ammette ciò che il Corano sostiene, cioè che Allah non ha scelto nessuno per figlio.

    RispondiElimina
  7. L'Islam ha come vocazione qualcosa di simile a chi sta perseguendo il NWO. E' una fortuna tuttavia per chi non è un Muslim che l'Islam sia diviso. Anche in passato questa caratteristica della non compattezza ha sempre costituito la massima debolezza per la religione del Profeta.

    RispondiElimina
  8. A proposito di FATWA, non so quanti siano, ma certo non molti, quelli che ricordano come nel Congresso Mondiale Ebraico del 1988, la "Sinistra" sia stata dichiarata antisionisTA. Se ne è sempre parlato assai poco sulla stampa, ma quella "scomunica" ha segnato il tracollo dell'Unione Sovietica ed ha determinato nel 1989, la caduta del muro di Berlino ed una crisi di identità irreversibile nei Partiti Europei che si erano strutturati sull'ideologia di Sinistra.

    RispondiElimina
  9. Mi viene in mente, in questi raccapriccianti frangenti internazionali, un frase della Sacra Scrittura che così dice "I fratelli Arabi pianteranno le loro tende davanti ad Israele".
    Le profezie bibliche sono sempre degli enigmi. Accamparsi di fronte a Israele è una frase ambigua. e potrebbe implicare anche intenzioni ostili ma potrebbe anche voler significare intenzioni amichevoli. Certo che il verbo affrontarsi normalmente significa schierarsi contro. Un'altra profezia biblica dichiara che Jafet abiterà sotto le tende di Sem. Qui si può interpretare che abiterà in casa d'altri come usa per i servi.

    RispondiElimina
  10. Dice un proverbio veneto "fradei, cortei" intendendo che il fatto di essere fratelli non significa automaticamente si instauri un rapporto "fraterno" così che spesso accadono fra di loro discordie e contese per l'eredità paterna. Esaù e Jakob erano bensì fratelli ma si sa che non andarono troppo d'accordo fra loro. Lo stesso dicasi per Ismaele e Isacco.

    RispondiElimina

Post più popolari

Amici del blog