sabato 4 agosto 2012

IL NEMICO

Lo Stato non è  una entità astratta a cui guardare come ad un riferimento mistico, evanescente, e impalpabile, bensì è un organismo reale, concreto, composto da un insieme di strutture, come una sindrome, che ne definiscono l’essenza.
.
Gli apparati dello Stato sono noti a tutti, nelle sue più svariate componenti, e rappresentano ognuno un anello di quella catena che ne costituisce l’ossatura stessa.
.
La conduzione dell’intero organismo pulsante dipende dall’apparato politico, cioè da un insieme di partiti eletti dal popolo che vengono rappresentati in Parlamento.
.
I partiti politici sono quindi, in ultima analisi, coloro che sono deputati a reggere il governo dello Stato, legiferando e compiendo azioni in nome del Popolo italiano.
.
I politici che quindi occupano le posizioni di comando in Parlamento lo fanno in nostra vece, in quanto votati da noi ed eletti a tale scopo.
.
Va da sé che lo Stato si identifichi con i politici di turno, simbioticamente, poiché tutto ciò che anima la vita politica stessa viene considerato come un evento sviluppatosi in nome del Popolo italiano.
.
.
Questo vale per la Magistratura, per la Guardia di Finanza, per il Parlamento, per i legislatori, e per ogni altro anello della catena Stato.
.
A questo punto viene spontaneo porsi una serie di interrogativi.
.
Come può accadere che due Giudici dello Stato, tali Lucio di Pietro e Felice di Persia inquisiscano un cittadino modello di nome Enzo Tortora, dando credito alle dichiarazioni di tre personaggi appartenenti alla schiera dei “pentiti”, dalle seguenti caratteristiche ?
.
1 ) Gianni Melluso, detto “il bello”, un mitomane denominato anche “bum bum” per quanto le sparava grosse.
.
2 ) Giovanni Panico, il segretario del camorrista Tutolo, descritto dagli psichiatri come uno psicopatico abnorme, affetto da schizofrenia paranoide.
.
3 ) Pasquale Barra, definito “o animale” per la crudeltà con cui uccide le sue vittime.
.
Il killer, ha attentato in carcere alla vita di un malavitoso, e gli ha mangiato un pezzo di intestino.
.
Le dichiarazioni di questi tre “pentiti” hanno avuto, per i Giudici, maggior peso di una vita intera condotta con linearità integerrima, quale quella di Enzo Tortora.
.
Risultato : lo Stato è diventato acerrimo nemico di un cittadino onesto e stimato.
.
Gli interrogativi proseguono, nella aumentata mole di perplessità in cui sprofonda il Popolo italiano.
.
Ci si chiede come mai, ad esempio, perché moltissimi politici, costituenti l’apparato dello Stato, percepiscano stipendi da 20.000 o più euro al mese, mentre i lavoratori stentano a sopravvivere con 1.000 euro al mese.
.
Questi parassiti “guadagnano” in un mese quanto il salario di due anni di un operaio, senza contare i benefici aggiuntivi, le auto blu, i rimborsi spese, i vitalizi.
.
Costoro non sono forse nemici del popolo italiano ?
.
Non sono forse parassiti che andrebbero schiacciati senza pietà ?
.
Lo Stato, che permette tutto ciò, ed è anzi rappresentato proprio da questa schiera di personaggi , non è forse nemico ?
.
Ministri, onorevoli, deputati, segretari, sottosegretari, manager, supermanager, assessori, direttori, sono accomunati a costituire una grande associazione a delinquere sulla pelle degli italiani.
.
Le propaggini che lo Stato allunga sui cittadini sono lunghi tentacoli con cui afferma, a volte, una dispotica autorità cieca e ottusa, che non di rado ha condotto al suicidio dei malcapitati finiti sotto la sua ferrea morsa.
.
E’ il caso, ad esempio dei numerosi suicidi di quei lavoratori che, stritolati nel perverso meccanismo di “Equitalia”, si sono trovati dopo una vita di sacrifici davanti ad un bivio : fallire miseramente, o pagare le esorbitanti richieste dello Stato sotto forma di tributi, che come gabelle medioevali pesano sui contribuenti italiani.
.
La pressione fiscale è infatti altissima, nel nostro paese, così come gli stipendi di coloro che ci impongono sacrifici e privazioni.
.
Lo Stato, oggi, in Italia è tutto ciò, e sfido chiunque a controbattere le mie affermazioni.
.
Sfido chiunque a negare il fatto che mentre ogni lavoratore può andare in pensione per riposarsi solamente dopo una vita di duro lavoro, percependo una misera cifra dopo decenni di versamenti, per contro, i parassiti politici possono godere di un vitalizio anche solo dopo una legislatura.
.
.
Più aumenta il periodo di tempo durante il quale costoro ricoprono cariche politiche, “naturalmente” ultra retribuite anch’esse, e maggiore è l’incremento del vitalizio che riceveranno dopo il compimento del 66° anno di età.
.
La disoccupazione in Italia oggi è drammaticamente al 1° posto, rispetto agli altri Paesi europei, ma inspiegabilmente Mario Monti afferma di “vedere la luce” alla fine del tunnel della crisi.
.
Chissà cosa ne pensano tutti coloro che non hanno più una occupazione e che non vedono sbocchi e alternative per il loro futuro.
.
Chissà cosa ne pensano le persone che, ridotte in stato di povertà, ingrossano le file di coloro che si recano alla Caritas per poter dare da mangiare ai propri figli.
.
Lo Stato cosa fa ?
.
Continua a nutrire quelle schiere di politici che si ingozzano alla tavola sempre riccamente imbandita del suo stesso apparato.
.
Parallelamente all’opulenza dei servitori dello Stato assistiamo all’incedere di situazioni disastrose e allo sfacelo dell’intera società italiana.
.
L’ultima trovata di quell’accozzaglia di delinquenti che si arroga il diritto di ergersi a “deus ex machina” sulla nostra pelle è quella di diminuire di 18.000 unità i posti letto della sanità, mentre parallelamente da pochi mesi è stato approvato l’acquisto di 131 caccia F35 Joint Strike Fighter, per una spesa di ben 16 miliardi di euro.
.
La stangata per la sanità è stata decisa nell’ottica perversa ideata da chi regge attualmente le sorti di questo Stato, con una manovra denominata “spending review”, e che prevede di recuperare ogni singolo euro possibile dalle nostre tasche, pur di non toccare quelle dei politici.
.
Ecco che allora, mentre ogni italiano si reca al lavoro (chi ancora ce l’ha) con mezzi propri, i politici sfruttano i  privilegi loro concessi dallo Stato,  percorrendo i loro itinerari su auto blu in modalità totalmente gratuita (per loro, ma in realtà pagate da noi).
.
Lo Stato come nemico si erge oggi in tutta la sua prepotenza, e assomiglia sempre di più ad una struttura di tipo feudale, in cui la nobiltà si spartiva il potere ricorrendo all’uso della violenza e della “santa inquisizione”.
.
.
Le similitudini sono molteplici, dalle vessazioni subite dai cittadini che assumono sempre di più le sembianze di “servi della gleba”, alle imposizioni fiscali assurde e vergognose che ricordano da vicino le gabelle imposte dai vari signorotti locali con l’uso della forza, l’esclusione del popolo dalla conduzione del potere, lo strapotere di una magistratura che si sovrappone, a volte, allo stesso Stato, e infine ma non ultima, l’annichilimento di ogni strato sociale che non sia quello politico.
 .
L’informazione e la cultura sono strettamente manipolate dallo Stato, che in questo modo fagocita le coscienze e favorisce una interdipendenza con i partiti responsabili della disinformazione pianificata.
.
Tutto ciò è ampiamente dimostrabile, e si evince anche dalle mistificazioni che, sotto forma di insegnamento, vengono instillate negli studenti durante il processo di condizionamento culturale.
.
Accade così anche se in maniera più radicale in molti dei Paesi meno democratici del mondo, come in Iran, in Palestina, nella Corea del Nord, e nei Paesi comunisti in genere.
.
Lo Stato così facendo, indottrinando e facendo metabolizzare agli studenti ogni insegnamento subdolamente politico loro impartito, si pone nelle condizioni di non dover temere eventuali e improbabili espressioni di dissenso.
.
Il menefreghismo della classe politica ha raggiunto livelli veramente disgustosi e l’intera Italia è disseminata di “cattedrali nel deserto” erette a testimoniarlo :
.
tratti di autostrada e viadotti che finiscono nel vuoto, nel nulla, senza che si possa ipotizzare, neanche lontanamente, che un giorno saranno terminati ;
.
ospedali completati e mai inaugurati, scuole che non sono mai state rese operative e che stanno lentamente ma inesorabilmente diventando rovine, costituiscono una triste e diffusa realtà ;
.
E l’autostrada Salerno Reggio-Calabria ?
.
Quanti politici corrotti hanno divorato enormi risorse, sottraendole al popolo italiano?
.
Quante centinaia di rappresentanti dello Stato sono stati indagati, inquisiti, e condannati ?
.
Duilio Poggiolini fu incarcerato per aver permesso la commercializzazione di sangue infetto, e per questa nefandezza che causò la morte di un numero imprecisato di persone, fu lautamente strapagato e protetto.
.
Ogni apparato dello Stato italiano ha i suoi scheletri nell’armadio, che costituiscono oramai non l’eccezione, ma la regola.
.
La differenza tra i delinquenti comuni e i politici corrotti è solo che questi ultimi difficilmente vengono messi dietro le sbarre.
. 
Personalmente io non riconosco più l’autorità di questo Stato, nemico e pericoloso per il futuro dei nostri figli e nipoti.
.
Personalmente auspico un rinnovamento totale dell’intero sistema politico, la messa al bando dei partiti, che ritengo in toto coinvolti nella corsa all’arraffo, l’uscita dall’Europa e dall’euro.
.
Occorre ripristinare lo strumento del “confino”, di mussoliniana memoria, per isolare gli elementi nocivi che parassitano la nostra società.
.
Il sistema attuale, e lo Stato italiano, oggi non permettono di fare alcuna ipotesi sul futuro, che appare nebuloso e condizionato esclusivamente dalla voracità di coloro che sono al comando.
.
Siamo ostaggio delle Banche, e dei poteri forti rappresentati da quel Club Bilderberg cui appartiene il Presidente del Consiglio Mario Monti.
.
La spersonalizzazione dell’individuo e la metodicità con cui si tenta di universalizzare le singole identità nazionali, appaiono come aspetti costituenti di un modello operativo tipico del fabianismo, adottato da chi vuole rivoluzionare il mondo esistente, non con la forza, ma con la sottomissione economica, la quiescenza forzata, l’indottrinamento subdolo e coatto.
.
Poco importano, quindi, le battaglie di civiltà, o i tentativi di uscire da emarginazioni non solo culturali, oppure le diversificazioni ideologiche che traggono linfa vitale dai retaggi filosofici del passato, poiché tutto è già finalizzato e destinato ad uno scopo preciso :
.
l’asservimento totale che i potenti gruppi economici vogliono esercitare sull’umanità intera.
.
Lo Stato, in questo preciso momento storico è complice di tutto ciò, poiché si identifica con l’intero apparato politico che sta devastando il Paese, e che è diventato un'unica gigantesca metastasi.
.
Lo Stato come nemico … potrei continuare a scriverne il perché, e avrei sufficienti esempi da addurre, riempiendo intere pagine, ma tutto ciò non sarebbe sufficiente a sfogare la tristezza che provo, per le sorti dell’Italia e degli italiani.
.
Penso spesso che noi potremmo essere la Nazione numero UNO al mondo, se solo fossimo stati gestiti con un minimo di onestà.
.
Invece eccoci qua … in balia degli eventi, a guardare il fluttuare dello spread nei notiziari televisivi …
.
Chissà, forse reagiremo a tutto ciò ...
.
Oppure, chissà, forse i nostri figli, un domani, ci chiederanno perché non ci siamo ribellati…
.
Dissenso
.

1 commento:

  1. CONVITE

    Passei por aqui, para lê o seu blogue.



    Admirável. Harmonioso. Eu também estou montando um. Não tem as Cores e as Nuances do Vosso. Mas, confesso que é uma página, assim, meia que eclética. Hum... bem simples, quase Simplória. E outra vez lhe afirmo. Uma página autentica e independente. Estou lhe convidando a Visitar-me, e se possível Seguirmos juntos por Eles. Certamente estarei lá esperando por você, com o meu chapeuzinho em mãos ou na cabeça.
    Insisto que vá Visitar-me, afinal, o que vale são os elos dos sorrisos.

    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina

Post più popolari

Amici del blog