sabato 7 aprile 2012

LO STATO COME NEMICO

Negli ultimi tempi, abbiamo raggiunto in Italia il triste primato di un suicidio al giorno.
.
L’insano proposito è stato messo in atto da persone disperate che, strangolate da una oppressione economica insostenibile, hanno risolto drammaticamente la loro esistenza terrena.
.
Lontano da qui, nelle terre in cui vive il popolo tibetano, una tragica realtà evidenzia un parallelismo dalle connotazioni inquietanti, che riguarda il sacrificio dei monaci buddisti che si immolano in nome della libertà del loro popolo, dandosi fuoco.
.
La contrapposizione delle vittime italiane con il sacrificio dei martiri del Tibet, sottolinea con palese evidenza la reciproca disperazione nei confronti di un mondo che li opprime e che li costringe ad un gesto estremo.
.
L’Italia è oramai sopraffatta da una classe politica ladrona, dispotica e arrogante, che si è sostituita al ruolo di “buon padre di famiglia” che istituzionalmente  dovrebbe invece rappresentare il Governo dello Stato nazionale.
.
Nel nostro Paese la libertà è oramai un’utopia, una lontana chimera che si perde nel percorso di una conquista inesorabile della società che i nuovi feudatari della politica hanno intrapreso già da tempo, alla ricerca di un potere che assume l’aspetto e la forma di un malcelato e metamorfizzato totalitarismo.
.
L’oppressione fiscale, insieme ai numerosi balzelli di tipo medioevale, come i contributi inail, inps, o gli anticipi iva, ecc, ecc, rappresenta il mezzo attraverso cui lo Stato esige dei tributi insopportabili e assurdi per permettere il proseguo dell’attività lavorativa stessa.
.
I prelievi economici che lo Stato si arroga il diritto di pretendere, raggiungono percentuali vicine al 60 per cento dell’intera mole finanziaria sviluppata dai lavoratori, i quali guardano allo Stato come ad un parassita che fagocita impunemente il frutto del lavoro svolto.
.
.
In cambio, Lo Stato non dà nulla !
.
La sanità, in caso di urgenze, costringe a rivolgersi a prestazioni private, a causa dei tempi lunghissimi di prenotazione.
.
Per tutto il resto, siamo costretti a pagare un ticket elevato, sia sui farmaci che per le  prestazioni mediche, nonostante la regolarità con cui mensilmente, per tutta la vita, lo Stato si appropri di quote dei nostri guadagni a scopo contributivo.
.
Le rette di Scuole ed asili pesano in maniera considerevole sulle tasche delle famiglie.
.
L’iva che presto arriverà al 23 % costituisce una vera e propria usura legalizzata nei confronti dell’intero popolo italiano.
.
I rappresentanti dello Stato, nel frattempo hanno costituito una immensa associazione a delinquere, in cui il malaffare, la corruzione, la sopraffazione, il beneficio illecito, e la connivenza con le organizzazioni criminali, rappresentano una costante comune.
.
.
In ogni Partito, infatti, da decenni, proliferano a dismisura gli indagati per reati di ogni tipo, così come i condannati in via definitiva.
.
Tutto ciò ci dà la misura del perché i sentimenti popolari siano sempre più rivolti ad un’antipolitica diffusa, e dei motivi per cui gli italiani sentono lo Stato come nemico.
.
Lo Stato come nemico della famiglia stessa, ostile a quei valori che dovrebbero stare alla base della sua stessa esistenza.
 .
Lo Stato che ti fa chiudere l’attività lavorativa, a causa della pressione fiscale insopportabile, e che ti porta al suicidio, togliendoti anche la più piccola speranza per un futuro sereno e sostenibile.
.
Lo Stato che si bea di essere retto da delinquenti, da individui abietti e avidi di denaro, corrotti nel loro stesso animo, e degni solo della galera.
.
Lo Stato che, dopo aver dilapidato le risorse dei cittadini, li costringe a rinunciare alla pensione, prolungando l’attività lavorativa fino a 67 anni di età, obbligandoli mediante dictat a subire le conseguenze della loro corsa all’arraffo.
.
Lo Stato che premia la corruzione e il malaffare, regalando ai politici e ai parlamentari degli emolumenti principeschi e delle pensioni d’oro, in spregio a tutti coloro che sopravvivono con 500 euro al mese, o a quei lavoratori che mantengono la famiglia con 1.000 euro mensili.
.
Lo Stato di Monti, che stringe accordi con Paesi, come la Cina, che usano la tortura e i lager come normale metodo di Governo.
.
Lo Stato di Prodi, e dei suoi alleati comunisti, che ci hanno regalato l’abisso in cui stiamo cadendo : l’Europa e l’Euro.
.
L’Europa delle banche e dei poteri forti, delle massonerie e delle multinazionali che detengono il vero potere, quello per cui si fanno le guerre e si decide della vita o della morte dei popoli.
.
L’Europa che, invece di aiutare la Grecia, stato membro dell’Unione, la sottomette mediante imposizioni costrittive e repressive ignobili, alimentando il clima di disperazione polare che regna sovrano.
.
Anche in Italia siamo sull’orlo della catastrofe, checchè ne dicano i sostenitori di Monti, a partire dal PD fino al PDL, passando per Casini, Fini o Rutelli, accomunati dal desiderio di inventarsi un nuovo metodo di Governo : la grande ammucchiata.
.
Lo Stato quindi come condivisione di una grande torta, ancora una volta da assaporare ingordamente, fagocitandola, senza lasciare alcuna briciola al popolo affamato.
.
Tutto ciò è già successo in passato, ed è sfociato i Rivoluzione … come quella francese.
.
Chissà, forse lo Stato dovrà ricorrere, suo malgrado, ad uno strumento che metterà fine alla grande associazione a delinquere che lo sta soffocando.
.
La ghigliottina forse riemergerà come un fantasma del passato, e il boia calerà la sua mannaia sui nuovi nemici del popolo …
.
Quando avverrà, molti di noi saranno in prima fila ad applaudire il macabro ma necessario spettacolo, preludio di una nuova e forse migliore società civile.
.
Dissenso
.

10 commenti:

  1. Purtroppo tutto quello che hai scritto è vero, ed emblematico leggerlo in questo post prepasquale! Sono d'accordo con te, anzi: l'ho scritto anch'io qualche giorno fa lasciandomi andare in un "vive madame la Guillotine"!
    Non mi lusinga, ma il baratro che ci si spalanca sotto i piedi, impone una drastica resistenza.
    Tanti sinceri auguri.

    RispondiElimina
  2. Sono rimasto senza parole. Un triste e dettagliato riassunto che descrive una realtà purtroppo vera e maledettamente attuale.
    Non ci rimane altro che aspettare che gli ultimi cittadini illusi si sveglino difronte a questa realtà per vedere nascere una spontanea rivoluzione.
    Il sistema ormai non regge più sia in Europa che oltre oceano. Credo quindi che presto l'unico modo per azzerare tutto sia una terza guerra mondiale.
    Spero di sbagliare ma da 10 anni a questa parte le mie previsioni mi hanno purtroppo dato ragione.
    Non perchè io sia un fenomeno ma per aver saputo leggere tra le righe ed aver saputo interpretare parecchi segnali. Anche io come Dissenso, sto portando avanti con il mio Blog (www.laforzadellarete.com) una sorta di controinfirmazione per cercare di avvertire gli ultimi rimasti preparandoli a quello che purtroppo sarà il peggio.

    RispondiElimina
  3. Auguri di serena Pasqua a te e i tuoi cari!!

    RispondiElimina
  4. Concordo perfettamente con tutto ciò che è stato detto, dissento solo sull'auspicio del ritorno della ghigliottina poichè sarebbe una punizione troppo veloce. Sarei dell'avviso di condannare, chi pensa di condurci alla rovina, a vivere con 500 euro al mese come molti italiani pensionati già fanno da tempo, sicuramente sarebbe una sofferenza molto più grande. Auguro di trascorrere, nei limiti del possibile, una Pasqua serena. Chry

    RispondiElimina
  5. Quanta malinconia, tristezza , verità........Serena Pasquetta , amico mio!

    RispondiElimina
  6. OI AMIGO!
    SOU BRASILEIRA, O SOBRENOME DE MEU MARIDO É ROSSATTO, SUA AVÓ PATERNA VEIO DA ITÁLIA, POR ISTO TEMOS UM CARINHO ESPECIAL SOBRE ESTE POVO, DO QUAL HERDAMOS MUITA COISA, ENTRE ELA A ALEGRIA DE VIVER.
    LI TEU TEXTO, ESTA CRISE QUE ESTÁ ATINGINDO TANTOS PAÍSES, É PREOCUPANTE NA MEDIDA EM QUE TODO O MUNDO SERÁ ATINGIDO.
    QUANTO AOS POLÍTICOS,O BRASIL, ESTÁ EVIDÊNCIA NO MUNDO, MAS CONTINUAMOS COM PROBLEMAS, PRINCIPALMENTE NA SAÚDE E SEGURANÇA, ALÉM DAS FALCATRUAS DESTES, QUE COMO DIZES DEVERIAM SER REPRESENTANTES DO POVO, E POR ELE LUTAR.
    EMBORA NÃO TENHAS COMENTA DO EM MEU BLOG, ESPERO QUE VOLTES E O FAÇA.
    ABRÇS

    Zilanicelia.blogspot.com
    Click AQUI

    RispondiElimina
  7. Salve Emanuele. Colgo l'occasione per ringraziarti di aver aggiunto il mio blog a quelli che leggi/preferisci. Te ne sono grato. Ho notato che sei su Facebbok; anch'io ho il mio profilo personale lì. Si vede subito che sei una persona davvero intelligente e, oserei dire, saggia.

    Con affetto e stima,
    Massimiliano Massarenti.

    RispondiElimina
  8. Sono felice, dopo lunga assenza dal Web, d'esser rientrata x poter leggere le tue denunce di perpetrate ingiustizie, x cui ci si sente davvero impotenti e vessati come fossimo skiavi di 1 maledetto sistema ke, da buon cannibale, tutto fagocita, ma senza nulla rendere, neppure sputandone almeno le ossa + indigeste !!! E' consolante sapere ke c'è ki, come te, cerca ancora di difendersi denunciando, x cercare al tempo stesso di non soccombere nelle fauci dell'attuale, terribile, realtà politica, ke è tale da far quasi rimpiangere il recente passato berlusconiano e quest'ultima affermazione la faccio con 1 certa vergogna, giuro !!! In ogni modo, grazie d'esistere... e non arrenderti MAI, io non lo farò !!! Ciao da Fiore-SanRemo

    RispondiElimina
  9. Non ne ho molta di fantasia Perché credo che l’utopia sia la luce per un domani migliore. Per fare si che questo entri nelle menti va alimentata e credimi faccio molta fatica perché io appartengo alla generazione nata ne l’era fascista dove gli analfabeti erano la maggioranza siamo sopravvissuti al fascismo alla distruzione della guerra ma il sogno utopico non ci a mai abbandonato con sacrificio abbiamo ricostruito L’ITALIA da consegnare hai nostri figli per un domani migliore. L’ignoranza credevamo fosse la nostra debolezza ma i fatti ci hanno smentito Noi senza licenza elementare abbiamo avuto come insegnante l’esperienza che ci ha fatto capire che le ideologie non esistono sono solo create ad arte dalla classe dominante per creare fazioni da sottomettere al proprio volere Ti domanderai ma dove vuole arrivare? Ci arrivo subito al sogno utopico che se venisse coltivato è l’unica salvezza L’utopia unica luce per un domani migliore senza partiti che fanno chiacchiere da 64 anni Utopia per un popolo coeso a l’interesse comune non dei pochi come avviene da sempre con la sparizione di tutto ciò che sino ad oggi ci a ingannato per il loro tornaconto
    Sfruttando credenze politiche e religiose hanno approfittato dell’ignoranza per gettare radici cosi profonde del male da ingannare anche chi ignorante non è
    Tutto questo ha fatto il suo tempo per questo più li lasceremo al potere
    e più si avvicinerà la fine fa da spia la crisi mondiale creata dalla cupidigia anticamera della fine di tutto
    L’unico antidoto è il sogno utopico che diventa realtà rispecchiando cosi il volere di chi ha creato un mondo perfetto Dominato dalla gente più imperfetta che esiste sulla faccia della terra L’utopia è il messia del terzo millennio dove quell’uno per cento che domina il mondo cederà il passo al nuovo privo dell’interesse dei pochi a beneficio di tutto il mondo unito in un solo credo la fratellanza . scusami se ti ho annoiato ma noi ignoranti con pochi vocaboli ci ripetiamo allungando lo scrivere per spiegare il nostro pensiero.

    PS Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia e Comunismo)
    Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
    il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

    La differenza ci sarà quando il credo delle due forze Politiche
    Si completerà fondendosi ha formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
    VITTORIO

    RispondiElimina

Post più popolari

Amici del blog