mercoledì 5 ottobre 2016

COMUNISMO : LA STORIA NASCOSTA


Propongo la trascrizione integrale di un film documentario di History Channel, che evidenzia, grazie all’ausilio di autorevoli testimonianze, la realtà storica della effettiva e prolungata connivenza tra il comunismo di Stalin e il nazismo di Hitler.
.
Per chi volesse vedere il filmato, il Link per accedervi è il seguente :
LINK
.
La narrazione si svolge intercalando vari interventi di personalità di rilievo, sia storico che culturale, del panorama intellettuale mondiale, che ci offrono la loro testimonianza, appunto, frutto di studi e ricerche decennali.
.
~ ~ ~
.
Scritto e diretto da : Edvins Snore
Narratore : Jon Strickland
.
Relatori :
.
Alexander Guryanov  ( ONG Memorial, Mosca )
Ari Vatanen (Membro del Parlamento Europeo)
Boris Sokolovs (Storico, Università di Mosca)
Francoise Thom (Docente di Storia moderna, La Sorbona, Parigi)
George Watson (Storico, Università di Cambridge)
Natalia Lebedeva (Storica, Istituto di Storia generale, Mosca)
Nicolas Werth (Storico, coautore de “Il libro nero del comunismo”)
Norman Davies (Storico, Università di Cambridge)
Pierre Rigolout (Storico, istituto di Storia sociale, Parigi)
Sergey Sluch Storico, Istituto di studi Slavi, Mosca)
Superstite (uomo) della carestia in Ucraina
Superstite (donna) della carestia in Ucraina
Viktor Suvorov (Ex agente segreto sovietico)
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico)
Vladimir Karpov (ex colonnello sovietico)
Volodimir Sergiychuk (Università di Kiev)
.
~ ~ ~
.
Seconda guerra mondiale.
I nazisti sterminano i civili.
Lo chiamano il metodo delle sardine.
I prigionieri sono disposti a strati come sardine in un barattolo.
Una maniera efficace per sterminare il maggior numero di persone in poco tempo
.
Ma questo documentario non parlerà di nazismo.
.
Stalin
Mani legate dietro la schiena.
Un colpo perfettamente assestato al collo.
I condannati vengono gettati in una enorme fossa comune.
Questi uomini NON sono stati assassinati dai nazisti.
Sono stati uccisi da uno degli Stati alleati : l’Unione Sovietica.
L’Unione Sovietica ha ucciso le persone in questo modo per anni, sia prima che dopo essere entrata a far parte del blocco Alleato.
.
Queste vittime non hanno monumenti.
Sono seppellite in fosse comuni.
La potenza assassina che ha tolto loro la vita e coloro che hanno preso parte a questo sterminio non sono ancora disposti a parlarne.
La memoria di milioni di persone innocenti è stata cancellata dalla Storia.
.
~ ~ ~
.
I giovani di tutto il mondo amano scherzare con i simboli popolari del passato e se la svastica nazista è considerata uno scherzo stupido, non si può dire lo stesso dei simboli sovietici, del resto il comunismo non è certo il nazismo.
Professa l’uguaglianza e l’armonia, non c’è nulla di sbagliato nell’ideale in sé.
In realtà qualcosa c’è.

Qualcosa che lo rende diverso dalle altre utopie.

Lenin crede in ciò che chiama la guerra di classe.

Raggiungere l’armonia è possibile, solo a patto che determinati gruppi di individui vengano sterminati.
.
~ ~ ~
.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
.
Quando i comunisti conquistarono il potere e non importa dove, se in Russia, in Polonia, a Cuba, in Nicaragua, o in Cina, sterminarono il 10 % della popolazione con una tecnica specifica, che non veniva usata solo per uccidere i nemici.

Questi non erano nemici.

Lo scopo era di ristrutturare la società.

Si trattava di ingegneria sociale.

Intellettuali di punta, lavoratori, ingegneri, li avrebbero uccisi tutti per poi trovare il modo di ristrutturare la società partendo da zero.
.
Impiccate almeno 100 kulaki, giustiziate gli ostaggi, e fatelo in modo tale che a centinaia di km di distanza la gente possa vedere e tremare.
.
Lenin.
.
Norman Davies (storico, Università di Cambridge) :
.
Nel 1917 i comunisti conquistano il potere.
Lenin ha ora la possibilità di applicare l’ideale marxista alla vita reale.
Chi resisteva veniva fucilato.
Ci furono orribili massacri dei contadini ribelli.
Nessuno sa con esattezza quante persone vennero uccise, ma stiamo parlando di dieci milioni o forse di più.
.
Ma anche il terrore più spietato non è in grado di piegare la resistenza popolare, in particolare nelle repubbliche etniche dove il comunismo si intreccia con l’oppressione popolare, come accade in Ucraina.
.
L’11 settembre del 1932  Stalin scrive al collega Kaganovic :
.
La situazione in Ucraina è critica, se non facciamo qualcosa immediatamente rischiamo di perderla”.
.
Negli incontri seguenti Stalin e i suoi più fedeli collaboratori concepiscono un piano.
Un piano terrificante.

.
~ ~ ~
.
1932 – 1933  LO STERMINIO IN UCRAINA
.
Durante l’inverno del 1932 vennero sequestrate dall’Ucraina tutte le scorte di cibo e vennero costruiti enormi cordoni lungo i confini per impedire la fuga dei civili.

All’inizio la popolazione resiste.

Le scorte di grano e ortaggi permettono alla gente di sopravvivere.
Ma questo non rientra nel piano di Stalin.
.
.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
.
Così Lenin ordinò all’NKVD di sequestrate tutto il grano, tutto il cibo presente in quell’area.
Sapeva bene che li stava condannando a morte certa.
.
Superstite della carestia in Ucraina :
.
Ci portarono via patate, barbabietole, cavoli, grano, tutto ciò che trovavano nelle case e nei magazzini.
Ricordo come fosse ieri che si portarono via interi barili di crauti.
Fu un’operazione crudele e premeditata.
Si presero tutto ciò che era commestibile, e ci lasciarono a bocca asciutta.
.
Volodimir Sergiychuk (Università di Kiev) :
.
Quando fu sequestrato il cibo, ai contadini fu vietato cercarne in altri luoghi. Nessuno in Ucraina era autorizzato ad acquistare, barattare, o coltivare cibo.
.
E poi la grande fame ha inizio.
.
Boris Sokolovs (Storico, Università di Mosca) :
.
Stavano morendo e non potevano entrare nelle città.

Squadre speciali sorvegliavano le stazioni e impedivano che questa gente affamata e moribonda salisse sui convogli.

Molti morirono nelle stazioni o sui binari che portavano a Karkov, Kiev, o Krasnodar.

Era uno spettacolo orribile.
.
Gli ucraini muoiono in una lenta agonia.

I bambini piangono disperatamente per un tozzo di pane.

Molti, dimenticata la paura, si recano nei campi di grano controllati dalle guardie dell’NKVD, per accaparrarsene anche solo un chicco, e vengono fucilati sul posto.
.


Ma la maggior parte della gente muore lentamente a casa.

Un’unità speciale dell’NKVD è incaricata di recarsi di casa in casa a rastrellare i cadaveri.
.
.

Questi uomini ricevono 200 grammi di pane per ogni corpo recuperato, come ricompensa.
.
Superstite  della carestia in Ucraina :
.
Era il loro lavoro. Entravano nelle case gridando : dove sono i cadaveri ? Tirateli fuori. Ricordo che vidi una donna nel suo letto, in bilico tra la vita e la morte. Quegli avvoltoi dissero : prendiamo anche lei, morirà comunque, perché tornare domani ? Lei li implorò disperata. Cercò di opporsi con le poche forze che le rimanevano.
.
Superstite  della carestia in Ucraina :
.
Era atroce. Spesso seppellivano persone ancora vive che respiravano ancora.
Riuscivamo a vedere la terra delle fosse comuni muoversi sopra i loro corpi e non avevamo la forza per reagire.
.
Molti vengono sepolti vivi.
.
Volodimir Sergiychuk (Università di Kiev) :
. 
Questo posto per me è sacro.
Qui sotto ci sono i resti delle vittime della carestia, compresi alcuni miei parenti molto stretti, tra cui mia nonna. Non hanno mai avuto degna sepoltura.

.
Dieci anni dopo i nazisti stermineranno milioni di ebrei.
Porteranno via il loro oro, lo fonderanno in lingotti e lo depositeranno in banche svizzere.
Non è  mai stato appurato cosa abbiano fatto i comunisti dell’oro confiscato a queste persone.
Non sappiamo neppure se ne possedessero.

Ma sappiamo per certo cosa hanno fatto del grano confiscato : lo hanno esportato in Occidente.
Milioni e milioni di tonnellate.

A dispetto della carestia l’esportazione di grano dall’Ucraina raggiunge i massimi livelli storici.

.


I media occidentali riportano quotidianamente la notizia del genocidio che si sta consumando.
Gli ucraini vengono sterminati sotto gli occhi del mondo intero.

Ma il mondo non muove un dito per salvarli.
7 milioni di persone muoiono di fame nell’arco di un solo anno.
.


L’umanità non ha mai assistito a un programma di sterminio di massa più atroce ed efficiente di quello che si consuma in Ucraina nell’inverno tra il 1932 e il 1933.
Quella sovietica è la prima società comunista della Storia.
Si tratta di un enorme esperimento sociale.
L’atroce sterminio di 7 milioni di ucraini ha un significato più vasto all’interno della visione distorta degli architetti comunisti.
.

Pierre Rigolout (Storico, istituto di Storia sociale, Parigi) :
.
Dovevamo fare la rivoluzione, stabilire la dittatura del proletariato, poi la nascita dell’uomo nuovo sarebbe stata possibile.
La nascita dell’uomo nuovo è l’obiettivo ultimo del marxismo.
Allevare una nuova forma di essere umano che pensi, osservi e agisca in modo diverso.

Ma i comunisti non sono i soli a cimentarsi in questo tentativo.

Anche il nazionalsocialismo di Hitler mira a creare l’uomo nuovo.

.
Francoise Thom (Docente di Storia moderna, La Sorbona, Parigi) :
.
In entrambi i sistemi si riscontra Una ideologia la cui ambizione è di dar vita a un uomo nuovo.
Questo significa che entrambe le ideologie non accettano la natura umana così com’è.
Sono in guerra con la natura, con la natura umana.
Questa è la radice del totalitarismo, del nazismo e del socialismo sovietico.
I nazisti hanno un’ideologia basata su una falsa biologia, il comunismo si basa su una falsa sociologia, ma entrambi i sistemi hanno la pretesa di essere scientifici e di poggiare su basi scientifiche.
.
Il filosofo di punta del nazismo, Alfred Rosenberg dichiara dinanzi al Tribunale di Norimberga che Hitler ha abusato dell’ideale del nazionalsocialismo.
Sicuramente agli occhi dei nazisti l’idea di una società futura formata da individui sani, belli, biondi e felici,  non presenta nessun aspetto negativo.
Una società futura depurata dai disabili e dagli ebrei sembra quasi un paradiso.
Ma per qualche ragione il nazionalsocialismo non ha funzionato come avrebbe voluto, proprio come il socialismo sovietico.
Entrambi i regimi si sono lasciati alle spalle migliaia di fosse comuni, milioni di persone assassinate.
E’ forse una coincidenza ?
.
George Watson (Storico, Università di Cambridge) :
.
Non credo che molti sappiano che il genocidio dell’Ucraina fu sostenuto pubblicamente dai socialisti, nel XIX° e nel XX° secolo.
Si tratta di un fatto noto a pochi, purtroppo.
Ne ho parlato qui e in molte altre Università, provocando sempre forte stupore.
Questo concetto fu affrontato per la prima volta nel gennaio del 1848.

.
Il giornale diretto da Marx, la “Neue Rheinische Zeitung” (Nuova gazzetta renana) pubblicò un articolo di Engels in cui spiegava come la guerra di classe, in termini marxiani, significasse che quando si fosse realizzata la rivoluzione socialista, la guerra di classe, alcune società europee primitive sarebbero rimaste indietro, perché non erano ancora nemmeno capitalistiche.
.
Si riferiva ad esempio ai Baschi, ai Bretoni, ai montanari scozzesi o ai Serbi definendoli “immondizia dei popoli”.

Questi popoli andavano annientati proprio perché arretrati a livello storico e sociale.
Sarebbe stato dunque impossibile portarli ad essere rivoluzionari.
.
Gli insegnamenti di Marx ed Engels vengono attentamente studiati da Lenin, l’uomo che ha fondato il primo Paese marxista sul nostro pianeta.
.
Marx, Engels, e Lenin
Un anno dopo la morte di Lenin nel 1924 il New York Times pubblica un breve articolo che all’epoca passa quasi inosservato.
Parla di un partito tedesco di recente istituzione, il “Partito nazionalsocialista tedesco del lavoro” di cui Adolf  Hitler è padre e fondatore.
Persiste nella convinzione che Lenin e Hitler possano essere messi a confronto.
Chi è l’autore ?
Un certo Dr. Goebbels..
.
.

.
Partendo dall’affermazione che Lenin sia stato il più grande uomo politico secondo solo a Hitler e che le differenze tra il comunismo e il credo di Hitler siano molto sottili, il Dr Goebbels da l’avvio a una fase della guerra brindando con un boccale di birra.
.
Sorprendente !.



.




.
Il futuro ministro della propaganda nazista dichiara apertamente che tra il comunismo di Lenin e il credo di Hitler non c’è poi tanta differenza.
.


.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
.
Le persone dimenticano che il regime nazista in Germania è nato socialista.
Il partito si chiamava ufficialmente “Partito nazionalsocialista tedesco del lavoro”, quindi è un ramo del socialismo.
I sovietici erano socialisti internazionali mentre in Germania erano nazional socialisti.
E’ la stessa cosa in realtà, con una interpretazione leggermente diversa.

Francoise Thom (Docente di Storia moderna, La Sorbona, Parigi) :
.
Hitler si accaparrò parte della sinistra, e in Francia avvenne che parte dei socialisti divennero suoi sostenitori.
.
Il popolare commediografo inglese George Bernard Shaw sostiene Hitler sulla stampa.
La sinistra sostiene Hitler non in quanto vittima di un inganno.
Sa che Hitler è pronto a uccidere, come lui stesso afferma.
In realtà è proprio per questo che lo sostiene.

.
Dichiarazione di George Bernard Shaw :
.
“Conoscerete almeno sei persone che non sono di alcuna utilità e creano più problemi di quanto valgano.
Prendeteli e dite loro :
- Caro signore o cara signora, potrebbe spiegarci la sua esistenza ?
Se non può giustificarla, se non controlla il suo peso, se non produce quanto o più di quel che consuma, allora non possiamo utilizzare quell’enorme organizzazione che è la nostra società allo scopo di tenerla in vita, perché la sua vita non produce alcun beneficio per noi, e non è di molta utilità nemmeno per lei -”
.



George Watson (Storico, Università di Cambridge) :
.
Bernard Show era un sostenitore dello sterminio per categorie.
Non faceva riferimento a gruppi razziali, quanto piuttosto a categorie come i pigri e gli inabili.
.
Eliminare i parassiti che si annidano all’interno della società è ciò che si prefigge il socialismo marxista.
.
George Watson (Storico, Università di Cambridge) :
.
“In un articolo su un giornale di Londra, Shaw pretende che gli scienziati progettino un gas pietoso.”
.
Shaw :
“Mi appello ai chimici affinchè scoprano un gas pietoso che uccida all’istante e senza alcun dolore.
Letale, in ogni caso ma pietoso, non crudele”.
.
Scorte di Zyklon B
Dieci anni dopo quel gas sarà scoperto.
Si chiamerà Zyklon B.

L’uomo che sovraintende all’applicazione pratica del gas è Adolf Eichmann.

Più tardi testimonierà che grazie allo Zyklon B i deportati ad Auschwitz hanno avuto una morte indolore.
.
Lo Zyklon B è un gas pietoso.

Si, Eichmann userà proprio queste parole.
.
Va ricordato tuttavia che Bernard Shaw, così come la sinistra in genere, si oppone al nazismo.

Hitler ha distorto l’ideale marxista rendendolo irriconoscibile.

Sterminare con il gas sulla base della nazionalità è assolutamente imperdonabile.
.
La selezione dovrebbe basarsi sulla classe.
Hitler ha capito male.

Sono altre le persone da eliminare.
.
L’unico Paese marxista a tutti gli effetti è l’unione Sovietica.
.
Seguendo alla lettera gli insegnamenti di Marx, stermina i nemici di classe, ma in generale il processo è molto simile a quello dello sterminio degli ebrei.
.
Prima le vittime vengono umiliate e ridicolizzate pubblicamente, poi uccise, a milioni.
.
- Nota del Blog :  Voci che si levano dalla folla, nel filmato : -
.
Forza denunciamoli !
E dopo ne denunceremo altri e altri ancora !
Anche quelli che sono fuggiti. Li prenderemo !
Avremo giustizia ! Non abbiate paura !”
.
Se il nemico non si arrende deve essere sterminato.
.
Alexander Guryanov  (ONG Memorial, Mosca) :
.
Negli anni ‘30 venne introdotta nell’Unione Sovietica una nuova tecnologia di assassinio e di esecuzione.

Ogni regione amministrativa controllava un’area designata alle esecuzioni.

Tra le altre cose le regioni avevano il compito di raccogliere e seppellire i cadaveri.
.
Tutte le prigioni vengono attrezzate per la fucilazione.

Nei sotterranei vengono create camere speciali per le esecuzioni, rivestite da mura spesse e dotate di canali di scolo per il sangue.
.
Alexander Guryanov  (ONG Memorial, Mosca) :
.
Le persone venivano trascinate lungo i corridoi fino al cosiddetto angolo rosso.
Lì avveniva l’ultimo controllo della loro identità.
Il condannato andava identificato poi veniva accompagnato in quella stanza.

Una volta entrato gli sparavano alla nuca.

Nicolas Werth  (Storico, coautore de “Il libro nero del comunismo”) :
Sì, è vero, questa era la prassi.
I prigionieri venivano assassinati così, con un proiettile alla nuca.
Sappiamo che di norma venivano uccisi a gruppi di cento o anche di diverse centinaia, tutte le notti.


Poi i cadaveri vengono caricati sui camion, e portati fuori dalla città e sepolti nei vicini parchi o boschi.
Questo è il bosco di Bichidna alle porte di Kiev.
Le persone più anziane non potranno mai dimenticare i camion che percorrevano questa strada durante la notte.
Il sangue gocciolava dai camion sulla strada.
I parenti sono stati autorizzati a recarsi in questi luoghi solo 50 anni dopo.
Hanno eretto questo monumento.
Gli alberi sono i monumenti.
Ogni albero di questa foresta è avvolto da una sciarpa.
In memoria delle vittime innocenti brutalmente assassinate e sepolte nelle fosse comuni.
Bichidna, Buto, Leningrado, karpov, l’intera nazione è disseminata di fosse comuni.
Una intera generazione di bambini perde i genitori e la casa.
I cosiddetti bestprisonier.
Milioni di loro mendicano per un tozzo di pane lungo le strade delle città sovietiche.
Una vista imbarazzante, soprattutto per gli amici stranieri in visita a Mosca, e Stalin affronta questo problema.


Francoise Thom  (Docente di Storia moderna, La Sorbona, Parigi) :
C’era questo problema dei bestprisonier circa a metà degli anni ’30.
Stalin autorizzò che si sparasse ai bambini a partire dai 12 anni di età.

.
Natalia Lebedeva  (Storica, Istituto di Storia generale, Mosca) :
Le persone venivano uccise giorno e notte in ogni città di quella che all’epoca era la nazione più grande del mondo.
Stalin stesso arrivò al punto di uccidere persone a caso, senza alcun criterio.

.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :


“Direi che nel solo distretto di Tambov le vittime furono all’incirca 100.000.

Chiunque arrestassero e uccidessero serviva a raggiungere una quota senza preoccuparsi dei nomi.
.
Una volta raggiunta questa quota le autorità locali facevano rapporto a Stalin, al Comitato Centrale, richiedendo una nuova quota.”


.
Vladimir Karpov (ex colonnello sovietico)
Kruscev chiese di incrementare la sua quota.
Fino a quel momento lui era autorizzato ad uccidere sette, ottomila nemici, ma poi chiese alle autorità :

- Per favore alzate la mia quota a 17.000 - .
...
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
Concedevano quote supplementari.


Dopo aver raggiunto il numero si richiedeva un’altra quota supplementare e così via.
Era un cerchio senza fine.
Assassini su assassini su assassini su assassini.”
..
Dichiarazione di Gorbaciov :
"Stalin era zuppo di sangue !
Ho visto le sentenze di morte che lui firmava a blocchi.
Insieme a Molotov, Vorosilov, Kaganovich e Zhdanov.

Loro cinque erano i più attivi.
Molotov era solito cambiare una sentenza, da “10 anni” a “esecuzione".
.


Natalia Lebedeva (Storica, Istituto di Storia generale, Mosca) :
Il risultato fu che tra il 1937 e il 1941 furono soppresse 11 milioni di persone.


Si può immaginare una tale atrocità inflitta contro il proprio popolo ?
..
Norman Davies (storico, Università di Cambridge) :
Non credo che il mondo, di certo non l’Europa, avesse mai visto uno sterminio di massa di tale natura.
Soprattutto se pensiamo ai numeri di questo sterminio.
.

C’è un uomo in Europa che segue attentamente la situazione della Russia : Hitler.
Eliminare milioni di persone in così poco tempo è un fatto degno di nota.
L’olocausto finora è soltanto un’idea nella mente di Hitler.

.

ORGANIZZARE IL NUOVO ORDINE MONDIALE
.

Discorso di Adolf Hitler :
La Germania è davanti a noi.
La Germania marcia con noi.
Dopo di noi ci sarà solo la Germania.

La visione distorta del mondo di Hitler inizia a concretizzarsi.
La Germania passa all’annessione dell’Austria, occupa la Cecoslovacchia.
E’ ormai chiaro a tutti che per evitare una catastrofe a livello globale bisogna fermare Hitler, ma Stalin rifiuta di allearsi con la coalizione anti Hitleriana.
.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :

Stalin mirava a riorganizzare l'ordine in Europa.
Lasciò che Hitler facesse ciò che aveva in mente, ovvero sovvertire l'equilibrio europeo.
Non ci sarebbero stati più Parlamenti, Sindacati, eserciti e Governi e poi Stalin sarebbe arrivato, come un liberatore.
Presto ci sarebbero stati milioni di prigionieri nei campi di concentramento ad attendere che qualcuno li liberasse, e Stalin con la sua Armata Rossa sarebbe stato il liberatore.
Questo era il suo piano.
Ma Hitler non ha risorse né confini sicuri per muovere una guerra su larga scala, così il 23 agosto del 1939 firma un patto con Stalin, che assicura alla Germania la protezione dei confini orientali e ingenti rifornimenti, da stabilire con successivi accordi economici.


.
Il 24 agosto il Ministro degli esteri nazista Ribbentrop fa rapporto a Hitler sulla sua visita a Mosca.
.
Hitler esulta, ora ha tutto ciò di cui ha bisogno per dare inizio alla Guerra Mondiale.
E’ il primo settembre 1939 : Hitler attacca la Polonia da ovest.
Il popolo resiste disperatamente all’attacco nazista, ma poi il 17 settembre la nazione è inaspettatamente attaccata da Est, dall’Unione Sovietica.
La Luftwaffe bombarda le città polacche con l’appoggio di una radio che trasmette da Minsk e che guida i piloti verso gli obiettivi.

.
L’Armata Rossa ora appare diversa.
.
Fa il suo ingresso nella Seconda Guerra mondiale, al fianco delle SS.
.
La popolazione locale spesso non riesce a distinguere i due eserciti, così per non sbagliare si rivolge a entrambi.
.
Norman Davies (storico, Università di Cambridge) :
.
L’esercito tedesco incontrò l’Armata Rossa nel mezzo della Polonia e poi quei due mostri totalitaristi, cioè i sovietici e i tedeschi si spartirono il Paese.
.
La stampa sovietica descrive la situazione in termini di guerra contro il fascismo in Polonia.
La Germania nazista e pacifista e l’unione Sovietica si stanno battendo contro il fascismo polacco.
.
Ciò che il mondo ignora è che gli accordi tra i due dittatori non riguardano solo la Polonia.
.
In un protocollo segreto firmato al Cremlino una settimana prima dell’inizio della guerra Hitler e Stalin si accordano sulla spartizione dell’Europa.
.
Vladimir Karpov (ex colonnello sovietico).
.
All’inizio la proposta di Ribbentrop non riguardava l’Europa intera.
Per quanto possa sembrare strano l’idea partì proprio da Stalin, ma noi non potevamo credere alle nostre orecchie, e quindi negavamo.
Era una cosa troppo aggressiva.
Il Partito Comunista non poteva averla firmata.
Era inconcepibile per noi, l’abbiamo negato fino all’ultimo giorno.
Non poteva essere vero.
.
Sulla base del protocollo segreto Hitler concede a Stalin il via libera per l’occupazione di alcuni Stati europei. Prima della lista : la Finlandia.


Ari Vatanen  (Membro del Parlamento Europeo) :
Quando i primi arerei bombardarono Helsinki era autunno : novembre del 1939.
I finlandesi pensarono che quegli aerei russi si fossero persi, che stessero bombardando Helsinki per sbaglio.
I bombardieri russi rombano di nuovo sopra Helsinki.
La città è colpita dall’orrore della guerra.
Il cuore batte più in fretta quando si assiste al crollo delle case colpite dalle bombe.
Mosca etichetta la Finlandia come una Nazione fascista e sferra un feroce attacco da terra.
E’ una vera ecatombe.
I russi perdono più di trecentomila uomini congelati e feriti.
La piccola Finlandia riesce miracolosamente a contenere l’esercito più poderoso del mondo, ma a un prezzo altissimo.


Ari Vatanen  (Membro del Parlamento Europeo) :
Mio padre ha perso quattro dei suoi fratelli in quella guerra.
Quattro !
Tantissimi per una sola famiglia.
Questo è il prezzo che abbiamo pagato per il fatto di non avere una società democratica vicino a noi.
.
La Finlandia è sotto assedio.
Malgrado i numerosi morti e feriti provocati dagli attacchi, la nazione continua a resistere.
Ecco un nuovo raid aereo su Helsinki !
La Russia sembra ottenere sempre più successi nella sua spietata guerra contro i civili.


Le persone cercano riparo lungo le mura della città, ma lo spietato attacco sovietico non risparmia donne né bambini.
E’ un massacro, e la Russia sembra non voler concedere alcuna tregua.
La Finlandia chiede aiuto alla Società delle Nazioni.
A causa del brutale attacco alla Finlandia la Russia viene espulsa dalla Società delle Nazioni.


Le argomentazioni del Cremlino sulla lotta contro il fascismo finlandese non vengono prese sul serio.
Prima d’ora solo tre nazioni sono state etichettate come aggressori dalla Società delle Nazioni :
il Giappone militarizzato, l’Italia fascista, e la Germania Nazista.
A queste si aggiunge ora l’Unione Sovietica.
L’Unione Sovietica ha ormai un solo alleato in Europa : Hitler.
Hitler sferra la sua guerra lampo a ovest.
I nazisti occupano la Danimarca, il Belgio, l’Olanda, e il Lussemburgo.
La Norvegia viene invasa grazie all’aiuto diretto dell’Unione Sovietica.
Stalin fornisce all’alleato una base navale nei pressi di Murnmask dalla quale Hitler sferra il suo attacco alla Norvegia.
.

Sergey Sluch  (Storico, Istituto di studi Slavi, Mosca) :
.
Quando il regime di Berlino stabilì che non c’era più bisogno di utilizzare questa base, l’Ammiraglio Reder della Marina della Germania nazista spedì una lettera al comandante della flotta sovietica Kusnikov esprimendogli profonda gratitudine per i servizi offerti alla flotta tedesca.
.
Stalin scrive al Ministro degli esteri nazista Ribbentrop :
L’amicizia tra la Germania e l’Unione Sovietica è un patto sigillato con il sangue.

Evidentemente si riferisce al sangue delle vittime tedesche e sovietiche e si tratta proprio di amicizia.

Gli ufficiali sovietici e nazisti si incontrano e discutono dei progressi della guerra.

Queste immagini risalgono al dicembre del 1939.

Le cose stanno andando nel verso giusto e le prospettive sono perfino migliori.

C’è motivo per festeggiare.
L’Unione Sovietica è ormai il fornitore principale di risorse belliche per la macchina da guerra nazista.
Migliaia di tonnellate di petrolio, di ferro, di materiale edile, addirittura convogli carichi di grano vengono inviati all’esercito tedesco.
La popolazione sovietica sta morendo di fame, e il suo Governo invia cibo a Hitler.
L’Unione Sovietica si spinge oltre.

Persuade i Partiti comunisti europei a sabotare i movimenti di resistenza e a supportare i nazisti.



George Watson (Storico, Università di Cambridge)
E’ confortante vedere i lavoratori di Parigi e i soldati tedeschi parlare amichevolmente per strada o in un caffè.

Ben fatto compagni, continuate così.
Questo ha detto Il Partito Comunista Francese.
.
George Watson (Storico, Università di Cambridge)Ben fatto compagni, continuate così.
Anche se ciò offende la classe borghese, la fratellanza fra gli uomini non più sarà per sempre solo una speranza.

Diventerà realtà.
Questo dichiara il Partito comunista Francese nel luglio del 1940.


Pierre Rigolout (Storico, istituto di Storia sociale, Parigi)

Ancora oggi il Partito Comunista Francese sostiene di aver cominciato la resistenza ben prima del giugno 1941, quando l’Unione Sovietica fu attaccata.

Effettivamente a quell’epoca i comunisti in Francia erano in disaccordo con il Governo del Maresciallo Peten, oserei dire ancor più dei tedeschi.
Nel giugno del 1940 Hitler invade la Francia.
Nel frattempo Stalin occupa la Lituania, la Lettonia e l’Estonia.
L’unica nazione in Europa che ancora resiste a Hitler è la Gran Bretagna.

Presidente americano Roosevelt :
Se la Gran Bretagna dovesse cadere, le Potenze dell’Asse controlleranno i continenti di Europa, Asia, Africa e Austral-Asia, e le acque internazionali, e potranno utilizzare enormi risorse militari e navali contro questo emisfero".
.
L’AMERICA INFORMA IL MONDO SUGLI ACCORDI DI SPARTIZIONE SOVIETICO-NAZISTI
.
Il Presidente americano Roosevelt considera l’Unione Sovietica parte delle Potenze dell’Asse.
.
E’ evidente a tutti : Stalin è un alleato dei fascisti.
Il premier sovietico Molotov si reca a Berlino per discutere del Nuovo Ordine Mondiale post bellico.
Si presenta con una lista di territori ai quali l’Unione Sovietica è interessata.
Mentre Hitler e Molotov discutono, gli altri compagni tedeschi si uniscono alla compagnia di Goebbel che deve aver descritto i vantaggi del nazismo, perché sarà Molotov e non Goebbels ad ammonire l’Occidente a non combattere l’ideologia nazista.
E c’è di più :
nel suo rapporto al Soviet supremo al Cremlino Molotov dichiara che combattere il nazismo è un crimine.
Viene pubblicato sui quotidiani sovietici più venduti.

Più tardi questa pagina sparirà dalle biblioteche pubbliche dell’Unione Sovietica come molte altre dichiarazioni in favore del nazismo pronunciate dal Governo sovietico.
Perché combattere il nazismo è un crimine agli occhi dei sovietici ?
Perché gli stermini di massa e i campi di concentramento sono basati sulla stessa ideologia.
Il lavoro rende liberi” , si legge nei campi di concentramento nazisti.




.


.
Lavorare è un onore”, in quelli sovietici.



..

Se qualcuno volesse combattere l’ideologia che si cela dietro queste scritte finirebbe per combattere anche il regime sovietico.
Molotov e Himmler
Molotov lo sa bene, del resto è l’uomo che ha personalmente monitorato lo sterminio di sette milioni di Ucraini.
.
Himmler si è occupato dello sterminio degli Ebrei.
.
Entrambi convengono sul fatto che per il bene comune determinati gruppi di persone vadano semplicemente eliminati.




Winston Churchill non fa mistero del fatto che per lui le due ideologie sono molto simili.
Da suo punto di vista il nazismo è una forma di dispotismo comunista.
L’odioso dispotismo comunista come lo definisce Churchill nel 1940 alla fine ha vinto, grazie all’aiuto degli alleati.
In queste immagini si celebra il 60° anniversario della grande vittoria.
Una parata storica, non meno storica della prima marcia trionfale sovietica nella seconda guerra mondiale, insieme ai nazisti.
I sovietici non hanno mai messo in evidenza il fatto di aver marciato sotto la bandiera nazista.
Ufficialmente il Governo di Mosca si dichiara un grande combattente antifascista, e molti ci credono.
Numerosi sono gli ebrei che fuggono in Unione Sovietica per essere salvati da Hitler, e poi, Stalin compie un gesto imprevedibile.
Li raduna tutti, e li riconsegna alla Gestapo, come gesto di amicizia.
..
COLLABORAZIONE FRA SS E UNIONE SOVIETICA

Guardate di nuovo questo filmato .
.
L’Ufficiale sovietico si congeda dal collega delle SS con il saluto nazista.
.
Norman Davies  (storico, Università di Cambridge) :
.
Le SS naziste e l’NKVD sovietica, ovvero la Polizia per la Sicurezza di Stato di Stalin diedero vita a un’intensa collaborazione.
Documenti d’archivio rivelano la portata di questa cooperazione.
Interminabili liste di ebrei e comunisti tedeschi che i russi consegnano ai nazisti.
Dicembre 1937, aprile 1938,  maggio 1938, novembre 1938.
La maggior parte di queste persone muore nei campi di concentramento nazisti.
La collaborazione tra SS e NKVD però non si limita all’estradizione dei nemici comuni.
.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
L’NKVD addestrava la Gestapo.


Norman Davies (storico, Università di Cambridge) :
La macchina del terrore sovietica aveva iniziato la sua attività ben 20 anni prima dei nazisti.
.
Viktor Suvorov (Ex agente segreto sovietico) :


Una delegazione tedesca formata dalla Gestapo e dalle SS venne mandata in Unione Sovietica per imparare a costruire un campo di concentramento.
A turno gli ufficiali sovietici si recano a Cracovia, occupata dai nazisti, per incontrarsi con i colleghi delle SS.
La questione ebrea è al centro dei loro discorsi.
Gli ufficiali sovietici coordinano la deportazione degli ebrei direttamente con Otto Wachter il brigadefuhrer delle SS, uno dei cervelli dell’olocausto.
Wachter decide  la deportazione degli ebrei dal ghetto di Cracovia e organizza il loro sterminio nelle camere a gas.
Nel 1939 Stalin licenzia il suo vecchio Ministro degli Esteri Litvinov.
.


Boris Sokolovs (Storico, Università di Mosca) :
Perché era ebreo e non era un segreto.


Litvinov non era assolutamente l’uomo adatto a firmare alcun genere di accordo con la Germania, andava eliminato dall’organico.
.

Norman Davies (storico, Università di Cambridge) : Nel maggio del  1939 Litvinov venne rimosso.

Il Ministero degli Esteri Sovietico venne circondato da truppe dell’NKVD munite di taniche di benzina e a quel punto Stalin diede l’ordine :

“Ripulite la Sinagoga”.
E’ una cosa poco carina da dire.

Te l’aspetteresti da Hitler, e invece a quanto pare Stalin era a sua volta capace di pregiudizi di questo tipo.
Il leader comunista in esilio Lev Trotsky allerta il mondo riguarda l’antisemitismo di Stalin e il fato che Stalin e Hitler fossero d’accordo.
.
Dal discorso di Lev Trotsky :
"La politica di Stalin, la GPU, è scesa al livello della Gestapo nazista".

La sua schiettezza diventa sempre più pericolosa per il Cremlino.
.
Trotsky sa bene che uno qualunque dei suoi discorsi potrebbe essere l’ultimo.
Sa che Stalin gli sta alle calcagna.
Ma anche nei suoi peggiori incubi non immagina che la sua morte sarà così piena di agonia.
Stalin invia un suo agente segreto in Messico, che si introduce in casa di Trotsky e gli fracassa il cranio con un piccone da montagna.
Per due lunghi giorni Trotsky lotta per la vita e poi muore tra dolori atroci..
.
Trotsky in punto di morte
A quei tempi non si discuteva con chi muoveva critiche al Cremlino, lo si uccideva.
L’Unione Sovietica, così come la Germania nazista, non si limita a commettere atti criminosi.
E’ un’associazione per delinquere a tutti gli effetti. Per entrare a far parte dell'Ufficio Politico di Stalin, il Politburo, e per guadagnarsi la sua fiducia, bisogna prendersi la responsabilità degli assassinii, come in una banda criminale. E’ raro che Stalin firmi da solo gli ordini di esecuzione. Gli altri membri del Politburo hanno il dovere di mettere anche il loro nome sulle liste di esecuzione.
Anche quelli che poi hanno condannato Stalin sono responsabili in prima persona di uccisioni di massa.
I compagni sono uniti da crimini comuni.
Non c’è modo di tornare indietro, ma solo di commettere nuovi crimini.
Nel Marzo del 1940, in un bosco nei pressi di Katyn, vengono scavate otto fosse gigantesche.



Katyn : il recupero dei corpi nelle fosse comuni.
Arrivano grossi camion carichi di gente. Sono riservisti polacchi, medici, ingegneri, insegnanti. Viene ordinato loro di scendere. Nessuno immagina cosa sta per accadere, ma il rumore dei motori dei camion nel cuore del bosco incuriosisce gli abitanti della zona. Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) : Lui è stato in galera per 25 anni "incommunicado", cioè sotto falso nome.
Avrebbero potuto farlo fuori ma per qualche ragione non lo fecero, non so perché.

Così lo lasciarono in carcere.
E’ un fatto molto noto e documentato .
Che cosa vide ?
.
Vladimir Bukowsky (ex dissidente sovietico) :
Vide gli agenti dell'NKVD uccidere quelle persone.
Sparavano alla nuca, uno dopo l’altro.
Le persone avevano le mani legate dietro la schiena, in ginocchio, sul bordo delle fosse.
E poi gli agenti sparavano a sangue freddo.


Alexander Guryanov (ONG Memorial, Mosca)
Il Politburo prese la decisione di eliminare tutti i prigionieri politici provenienti da tre campi di concentramento.
Norman Davies (storico, Università di Cambridge) Sono ormai noti a tutti i nomi e gli indirizzi degli ufficiali che perpetrarono questo crimine, che massacrarono tutte quelle persone a sangue freddo, ma se ci dovesse essere mai un’indagine queste persone dovrebbero fuggire qui, in Gran Bretagna, dove ciò che hanno fatto non è considerato un crimine di guerra. Sono molti altri i delitti sovietici che non vengono riconosciuti crimini di guerra.

Vittime del comunismo
Le loro vittime stanno silenziosamente svanendo dalla nostra memoria, senza ricevere alcun conforto, né giustizia.
L'Unione Europea riserva questo lusso ad altre vittime.
.
Non è possibile guardare queste statue grigie, al centro dell’Europa, senza provare un moto di sconforto.
Molti europei, nel profondo del loro cuore, condividono ancora ciò che questi due uomini, così fermamente affermavano :
.
"Lo sterminio di popolazioni inferiori non può essere considerato un crimine, perché permette alle nazioni più avanzate di costruire una vita migliore".
. .
Finchè questo ideale vivrà, e lo spettro di questi due uomini infesterà l’Europa, sarà molto difficile che esista una vera unità fra le Nazioni.
. .
SOTTO IL REGIME SOVIETICO SONO MORTI PIU’ DI 20 MILIONI DI UOMINI, DONNE E BAMBINI.


QUESTO FILM E’ DEDICATO A LORO.
.
~ ~ ~
.
Dissenso
.

1 commento:

  1. Grazie per questo post, consiglio film "Katyn" di A. Wajda

    RispondiElimina

Post più popolari

Amici del blog