domenica 6 agosto 2017

NEFANDEZZE ISTITUZIONALI

Propongo un articolo scritto da Vittorio Sgarbi, graffiante nella sua sincerità, così come ci ha abituati il grande intellettuale e critico d'arte.
.
Le sue parole fanno sempre riflettere, soprattutto perché spesso rappresentano una voce fuori dal coro, estranea ai dictat del potere costituito, e quindi obiettive e prive di compiacenze di comodo.
.
da : "il Resto del carlino" Bologna, 6 agosto 2017
.


.
PER NAPOLITANO TANTI DIFENSORI E POCA MEMORIA
.
Scendono ora, sulla decisione di intervenire in Libia, a difendere Napolitano dalle aggressioni di Salvini, i vari Grasso, Boldrini, Zanda, Finocchiaro.
.
Non ricordo nessuno di loro sostenerlo, presidente in carica, con altrettanta foga, quando Salvatore Borsellino, fiancheggiato da Travaglio, lo accusò di essere il garante del silenzio sul patto Stato-mafia, dopo il conflitto di attribuzione alla Corte costituzionale sollevato da Napolitano nei confronti della Procura di Palermo per le intercettazioni delle sue telefonate con Nicola Mancini, e per la decisione di non testimoniare su una materia come la strage di via D’Amelio su cui non aveva niente da dire a sua conoscenza.
.
Una accusa insensata e infamante, caduta nel silenzio si quelle istituzioni che ora si indignano per i toni irrispettosi si Salvini che, esattamente come Borsellino, vorrebbe Napolitano processato.
.
Come mai ?
.
Condividevano quelle feroci considerazioni, che accusavano l’intero Parlamento ?
.
Ritengo che l’ex presidente della Repubblica sia stato il garante del silenzio sulla trattativa stato-mafia, e che sia stato rieletto per garantire questo silenzio”.
.
E ancora :
.
Era stato citato come teste da noi come parte civile, ma i giudici hanno accolto la sua richiesta di non essere sentito.
Ha fatto avere alla Corte una lettera in cui spiegava che la sua testimonianza era inutile, in quanto non avrebbe avuto nuovi elementi da aggiungere.
Quale cittadino può fare una cosa del genere ?
Per me è stata quasi come un’intimidazione alla Corte … un gesto che come conseguenza deve avere la messa in stato  di accusa del presidente”.
.
Cosa ha detto Salvini ?
.
Napolitano dovrebbe essere processato”.
.
Una bufera.
.
Su Borsellino, con accuse più gravi, il silenzio.
.
Perché ?
.
Ma il più divertente è una new entry, che si insinua nel dibattito.
.
E’ Sergio Pizzolante, vicepresidente dei deputati di Alternativa popolare :
.
Salvini è una vergogna per un Paese che vuol essere civile.
Esprimo verso il presidente Napolitano la mia solidarietà e un profondo senso di riconoscenza per il suo imparziale ruolo svolto come presidente della Repubblica…
E’ inconcepibile l’aggressione di Salvini a un uomo che è stato Presidente degli italiani”.
.
Dove era quando Borsellino lo accusava di qualunque infamia ?
.
.
~ ~ ~
.
Dissenso
.


Post più popolari

Amici del blog