lunedì 13 agosto 2018

Le morti "accidentali" dell'era PUTIN


Le teorie cospirazioniste sono di solito frutto di elucubrazioni fantasiose e di elaborazioni mentali ispirate da facili isterie, o legate  anche a suggestioni psicologiche in cui l’assuefazione a paranoie o schizofrenie viaggia su binari distanti dalla realtà.
.
Quando però gli elementi oggettivi di un dinamismo quotidiano assumono i connotati di perseveranza, viene naturale chiedersi se le troppe coincidenze siano frutto di un costrutto appositamente realizzato.
.
Mi riferisco alla situazione della democrazia in Russia, totalmente assente, almeno per quanto riguarda il rapporto fra Putin e i suoi gruppi di potere da un lato, e le espressioni di dissenso e di malcontento popolare dall’altro.
.

.
E’ noto infatti che oramai da decenni si susseguono omicidi di personaggi che hanno a che fare proprio con questo tipo di rapporto (Putin e dissidenti), in una lunga lista di persone assassinate da spietati killer.
.
Tutto ciò che può dar fastidio al nuovo Stalin russo, Vladimir Putin, ex colonnello del KGB ed ex Direttore del FSB, improvvisamente cessa di esistere, annichilito dalla violenza di qualche anonima mano omicida.
.
Il supposto cospirazionista diviene quindi tragica realtà, e affonda nel sangue delle vittime designate qualsiasi dubbio a tale proposito.
.
Uno stillicidio di morti ammazzati che avevano attaccato Putin su piano verbale, o magari con i loro scritti, o con le loro opere letterarie e  i loro articoli di giornale, continua quotidianamente ad accrescere la lista delle vittime designate.
.
In Occidente c’è ancora chi plaude a Putin, elevandolo a simbolo di nazionalista e ad esempio da seguire, ignorando volutamente il fatto che sia invece un feroce assassino con le mani sporche del sangue di centinaia di vittime innocenti.
.
La scia di sangue prodotta dalla violenza del dittatore si palesa non solo in Russia, ma anche negli attacchi armati compiuti in Cecenia, in Georgia, e in Ucraina, nel silenzio complice di quanti, in Europa, stanno a guardare.
.
Ecco una breve lista, in cui compaiono alcuni dei nomi più famosi tra le sue innumerevoli vittime.
.
Solo uno sciocco o una persona in malafede può affermare che si tratti di coincidenze …
.
Alcune teorie cospirazioniste sono addirittura arrivate a suggerire l’ipotesi che sia stata la Cia a compiere le centinaia di delitti, per addossare poi la colpa al dittatore russo per destabilizzarne l’immagine politica.
.
Mentre gli idioti si fanno suggestionare, però, le vittime continuano a morire…
.
■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
.
1998
Galina Starovoytova, liberale, esperta di nazionalità, si opponeva alla guerra in Cecenia fin dal 1994
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Ottobre 2000
Antonio Russo era un giornalista italiano, inviato di Radio Radicale a Tbilisi, in Georgia.
La sua attività giornalistica consisteva nel documentare la guerra cecena, ma nella notte fra il 15 e il 16 ottobre il suo corpo fu ritrovato senza vita, con segni evidenti di tortura, ai bordi di una stradina di campagna a 25 km da Tbilisi, vicino alla base russa di Vasiani.

Aveva incominciato a trasmettere in Italia notizie sul conflitto, e aveva parlato di una video cassetta che documentava l’uso delle armi dei militari  russi contro i bambini ceceni, e le violenze contro la popolazione.
La morte è avvenuta per schiacciamento del torace, un metodo tipico dei servizi segreti sovietici
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Aprile 2002
Valery Ivanov, primo segretario dell’ambasciata sovietica in Australia, fu espulso il 22 aprile 1983 con l’accusa di essere una spia russa del Kgb, per aver tentato di reclutare David Combe, membro del Partito laburista australiano.

In seguito, il 29 aprile 2002, Ivanov, diventato direttore del giornale “Tolyatinskoye Obozreniye”  nella città di Togliatti, nel sud della Russia, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco in strada alle 11 di sera.

Il giornale ha riferito al CPJ (Comitato per la difesa dei giornalisti) che Ivanov è  stato colpito otto volte alla testa a bruciapelo mentre entrava nella sua auto.

Le fonti del CPJ e i giornali locali riferiscono che testimoni oculari hanno visto un uomo di circa 25/30 anni salire sull’auto di Ivanov per sparargli con una pistola munita di silenziatore e allontanarsi poi a piedi subito  dopo l’omicidio.

I colleghi di Ivanov sono convinti che l’omicidio sia collegato al lavoro che il giornalista svolgeva quotidianamente al “Tolyatinskoye Obozreniye”, in particolare alle indagini e agli articoli sulla criminalità organizzata locale, sul traffico della droga e sulla corruzione di funzionari dell’apparato Statale.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Agosto 2002
Vladimir Golovlev, membro liberale della Duma russa, viene assassinato a Mosca davanti a casa.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Aprile 2003
Sergej Jushenkov
Sergej Jushenkov, deputato liberale della Duma, viene colpito da numerosi proiettili al petto, davanti a casa sua, a Mosca.

Era sostenitore di riforme per il libero mercato.

Era in trattative con Boris Berezhovskij (magnate russo, oppositore del gruppo di potere di Putin), per il finanziamento delle attività politiche.

Berezhovskij era stato esule volontario in Gran Bretagna perché perseguitato da Putin che lo voleva processare per frode ed eliminare così un potenziale ostacolo.

Jushenkov fu cofondatore del Partito Russia Liberale, che ottenne la sua regolare registrazione pochi giorni prima del suo assassinio.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Luglio 2003
Yuri Shchekochikhin, deputato liberale e giornalista investigativo della Novaja Gazeta  muore in un letto d’ospedale per una malattia sconosciuta (probabilmente contaminazione da tallio).

 Poco tempo prima aveva pubblicato un libro inchiesta sugli informatori del KGB ai tempi dell’Urss.

Era in procinto di partire per gli Stati Uniti, dove aveva in programma di incontrare agenti dell’FBI, quando contrasse improvvisamente la misteriosa malattia.

Era un fermo oppositore di Vladimir Putin e dei “siloviki” (gli ex ufficiali dei servizi segreti) ed era considerato uno dei maggiori esperti e conoscitori del sistema di corruzione nello Stato russo.

Le autorità (Putin) hanno secretato le cartelle cliniche e i documenti sanitari e a tutt’oggi le cause della sua morte non sono note.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Ottobre 2003
Michail Khodorkovskij, miliardario, fondatore e presidente della compagnia petrolifera Yukos, viene improvvisamente arrestato in un aeroporto siberiano, tramite una operazione delle teste di cuoio.

Oppositore di Putin e mecenate dell’opposizione liberale, viene sottoposto ad un procedimento legale di dubbia regolarità e incarcerato per dieci anni.

La sua compagnia petrolifera viene smembrata e assorbita dallo Stato russo.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Luglio 2004
Paul Klebnikov, liberale, giornalista e direttore dell’edizione russa della rivista Forbes, viene assassinato con quattro colpi di pistola a Mosca, di fronte alla redazione del giornale.
.

Nato a New York da esuli russi era cittadino americano e aveva appena aperto l’edizione russa del noto periodico di alta finanza, con servizi che denunciavano la corruzione del sistema russo e criticavano i vertici del Cremlino.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Ottobre 2006
Anna Politkovskaja, giornalista liberale, viene assassinata con quattro colpi di pistola nell’ascensore di casa sua.

I suoi articoli sulla Novaja Gazeta erano molto critici sull’operato di Vladimir Putin.

Scrisse molti reportage sulle atrocità commesse dai russi nella guerra contro la Cecenia, puntando il dito direttamente contro Putin e contro Ramzan Khadirov, il leader pro russo burattino di Mosca, rei entrambi di aver permesso il dilagare della violenza contro le popolazioni cecene e i susseguenti insabbiamenti.

I libri di Anna Politkovskaja tradotti e pubblicati in Italia sono :

Cecenia, il disonore russo

Diario Russo

La Russia di Putin

Per questo

Proibito parlare

Un piccolo angolo d’inferno
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Novembre 2006
Alexander Litvinenko, ex agente segreto russo, muore in un letto di ospedale a Londra per sindrome acuta da radiazioni, avvelenato dal Polonio 210, un metallo radioattivo.

Le indagini portano a scoprire che l’avvelenamento è avvenuto mentre beveva il tè al bar del Millennium Hotel di Londra con altri due agenti del Kgb (Andrej Lugovoj e Dmitri Kovtun), suoi vecchi commilitoni.

Subito dopo il rientro a casa inizia a vomitare e tre giorni dopo viene ricoverato in ospedale, dove muore ventidue giorni dopo.

Le autorità russe negano ogni responsabilità e negano l’estradizione dei due sospettati.

Litvinenko indagava sui crimini commessi dai russi in Cecenia, come la Politkovskaja, e affermava di aver disertato dai servizi segreti dopo che gli era stato ordinato di assassinare Boris Berezhovskij a Londra.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Gennaio 2009
Anastasia Baburova, giornalista di Novaja Gazeta e Stanislav Markelov, avvocato attivista per i diritti umani, vengono assassinati a Mosca.
.

L’unico movente plausibile è quello che collega il duplice omicidio alla loro attività di indagine e di denuncia delle violazioni dei diritti umani commesse dai soldati di Putin durante la guerra cecena.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Luglio 2009
Natalia Estemirova, attivista per i diritti umani dell’Associazione Memorial e giornalista di Novaja Gazeta, viene rapita e assassinata a Grozny, capitale della Cecenia, mentre indagava sulle “sparizioni” dei dissidenti ceceni.
.

La giornalista accusava le forze russe di aver coperto numerosi crimini, quando la mano vendicatrice di Putin le ha chiuso per sempre la bocca.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Novembre 2012
Aleksander Perepilichnyy, uomo d’affari russo trasferitosi in Gran Bretagna nel 2009, è morto mentre faceva footing vicino a casa, a Weybridge (Londra).

Le indagini inizialmente hanno attribuito il decesso a causa naturali, ma in seguito l’autopsia ha individuato tracce di veleno nello stomaco.

In precedenza aveva collaborato nelle indagini di una società investitrice a scoprire una operazione russa di riciclaggio da 230 milioni di dollari
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Novembre 2013
Boris Berezhovskij viene ritrovato morto a casa sua, impiccato, a Londra.

Il patologo che ha eseguito l’autopsia ha affermato di non poter escludere l’omicidio.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Dicembre 2014
Scot Young collaboratore di Berezhovskij viene trovato impalato su una ringhiera, dopo essere caduto dal quarto piano di un edificio a Marylebone, a Londra.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Febbraio 2015
Boris Nemtsov, vicepremier nel Governo di Boris Eltsin e cofondatore del partito Unione delle Forze di destra (gruppo di movimenti politici indipendenti di area liberale) che si opponeva al Governo russo e a Putin.
.

Ignoti sicari lo uccidono in un attentato con armi da fuoco per le strade di Mosca.
.

Poco tempo prima aveva dichiarato di temere per la propria vita.
.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
.
Marzo 2018
Sergei Skripal, ex spia russa, e la figlia Yulia Skripal, vengono avvelenati il giorno 4 marzo con un agente nervino, di un tipo sviluppato e prodotto dall’esercito russo.

La reazione britannica ed europea a questo grave atto di barbarie è stata l’espulsione di oltre 150 diplomatici russi.
.
■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
.
L'organizzazione per la protezione dei giornalisti (CPJ) ha affermato che la Russia è il posto più pericoloso per i reporter, basando la dichiarazione sull’enorme numero di giornalisti uccisi dal 1990 ad oggi, che ha raggiunto la cifra di 359 vittime.
.
La scia di sangue che accomuna i morti ammazzati da Putin e dal suo regime comprende, oltre ai giornalisti, anche i blogger, gli oppositori politici, e qualunque altra forma di dissidenza.
.
.
Dissenso
.

Post più popolari

Amici del blog